L’Inter ha piazzato un altro colpo: fissate le visite mediche

Tutto fatto per il promettente difensore centrale dopo l’uscita di Skriniar, pronto a sbarcare in nerazzurro a seguito delle visite mediche in programma 

Ci siamo. L’Inter non ha perso tempo. Anzi, si è fatta trovare prontissima non appena anche le altre pretendenti sul mercato hanno iniziato a muovere le proprie pedine per puntellare i rispettivi organici in funzione della disputa della nuova stagione sportiva.

Inter, tutto fatto per Bisseck: prossime le visite mediche
Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter (LaPresse) – interlive.it

Tempo di completare il resoconto stagionale del calciatore, poi le carte sono finite nelle sapienti mani dell’amministratore delegato Giuseppe Marotta e del direttore sportivo Piero Ausilio che – con la dovuta calma – hanno analizzato le condizioni utili affinché potessero convincere l’entourage del calciatore a firmare l’accordo per il proprio assistito in nerazzurro.

L’accordo sarebbe stato raggiunto fino al 2028 con una sola grande promessa: quella di lanciare il percorso di crescita di Yann Aurel Bisseck per farlo diventare uno dei calciatori di punta del campionato italiano. La scelta è stata compiuta scalzando persino offerte dalla Premier League, come nel caso del Tottenham, e di Bundesliga. La Serie A appare dunque terreno fertile per le sue qualità.

Calciomercato, Bisseck pronto alle visite mediche: poi scatterà la firma

Così sarà, se dal suo canto fornirà a Simone Inzaghi la giusta propositività nel prossimo futuro. Perché poi, senza il suo volere diretto, verrà affiancato da profili di grandissima esperienza come Stefan de Vrij e Francesco Acerbi che potranno indicargli giornata dopo giornata tutti i trucchi del mestiere. Il camerunese promette bene.

Inter, tutto fatto per Bisseck: prossime le visite mediche
Yann Aurel Bisseck, difensore centrale in arrivo dall’Aarhus (LaPresse) – interlive.it

Prima della firma, però, è tempo di visite mediche di rito. Bisseck verrà infatti sottoposto ad accertamenti soltanto a seguito della conclusione della Competizione Europea Under-21, cui il calciatore non è certamente impegnato. Si tratta più che altro di una scelta societaria di comodità. All’Aarhus, attuale club detentore del suo cartellino, spetterà poi il compenso pattuito dalla clausola rescissoria in due tranche da 3,5 milioni l’una per un totale complessivo di 7 milioni.

 

Impostazioni privacy