Dal Lipsia all’Inter passando dal Belgio: un 2003 per il futuro

I nerazzurri piazzano un altro affare all’estero. E’ tutto fatto ormai. Nel frattempo, occhio ad un’altra possibile novità futura

Ormai ci siamo. Anche la finestra di calciomercato estiva 2023 ha ufficialmente preso il via, precisamente dalla giornata di ieri.

Vanheusden allo Standard Liegi in prestito: occhio al nome di Ohio
Dirigenza Inter (LaPresse) – interlive.it

Nonostante il gong sia scattato all’incirca ventiquattr’ore fa, l’Inter ha già fatto registrare diversi movimenti: e questo vale sia sul fronte delle entrate che delle uscite.

Pensiamo, ad esempio, a Marcus Thuram: primo colpo di marca nerazzurra che, proprio questi ultimi, sono riusciti a soffiare al Milan nel momento in cui sembrava vicinissimo a loro. Marotta e Ausilio lo hanno, di fatto, strappato ai rossoneri ottenendo il sì del calciatore grazie ad una proposta quinquennale da 6 milioni di euro netti a stagione.

Ciò nonostante, non sono minimamente tardate ad arrivare anche alcune operazioni in uscita. Per quale motivo diciamo questo? Se non altro per il fatto che, oltre ad aver perso a zero calciatori come Skriniar, Dzeko e Gagliardini – ma anche lo stesso Bellanova, passato a sua volta al Torino – la stessa e identica dirigenza della ‘Beneamata’ ha, inoltre, portato a termine tutte le pratiche inerenti all’affare Vanheusden (di ritorno dall’esperienza vissuta a titolo temporaneo al fianco dell’AZ Alkmaar lo scorso anno).

Proprio il belga, infatti, è ritornato nel club in cui è cresciuto calcisticamente: vale a dire lo Standard Liegi, società con cui l’Inter ha concordato un’operazione sulla base di un prestito con diritto di riscatto.

Nel frattempo, eccezion fatta per il difensore classe ’99 – riapprodato a sua volta nella terra natia, lo ribadiamo nuovamente – è proprio da quelle parti che milita un giovane prospetto che, tra le tante cose, potrebbe anche finire per far gola in un futuro non troppo lontano ai nerazzurri. Ecco di chi si tratta.

Alla scoperta di Noah Ohio: il giovane centravanti dello Standard Liegi sulle cui tracce potrebbe avventarsi l’Inter

Complice una più che discreta stagione trascorsa al fianco dello Standard Liegi, club in cui milita attualmente la giovane promessa dell’intero panorama europeo, lo stesso Noah Ohio è finito per impressionare diverse società grazie ai suoi importanti numeri totalizzati al fianco della squadra su cui siede attualmente Ronny Deila.

Noah Ohio idea futura per l'Inter
Noah Ohio (Instagram) – interlive.it

21 presenze, 5 reti e 4 assist: questo il bottino racimolato nella scorsa annata da parte del centravanti olandese. Trattasi, infatti, di una giovane prima punta classe ’03 che al suo primo anno trascorso al fianco della squadra maggiore dello Standard Liegi ha, come già anticipato, messo in mostra ottime cose.

Fisico prorompente – non per niente è alto 1,83 m – in grado di giocare spalle alla porta, dotato di un’ottima rapidità di gambe ma soprattutto pronto a mettersi al servizio della propria squadra. A testimoniarlo è il fatto che, anche in un ruolo non del tutto congeniale alle proprie caratteristiche, l’ex attaccante del Lipsia si è in passato prodigato ad agire sul versante di sinistra agendo, a quel punto, da esterno sull’out mancino.

Parliamo, dunque, di un gran bel prospetto che – proprio per via di quelle che sono ad oggi le sue capacità – potrebbe anche finire per far gola all’Inter un giorno (neanche chissà quanto lontano magari). Questo anche grazie agli splendidi rapporti che intercorrono ad oggi tra i nerazzurri e la società belga. Come valutazione, in questo momento, siamo su per giù vicini ai 5 milioni di euro.

Impostazioni privacy