Nuovo colpo Inter: blitz a Milano del dirigente

Il dirigente è da ieri a Milano per discutere con l’Inter: sembra che il nuovo colpo possa chiudersi nelle prossime ore. Ecco cosa potrebbe succedere

Pare che un dirigente dello Shakhtar Donetsk, da ieri, sia a Milano: è venuto a parlare con l’Inter di Anatolij Trubin, il nuovo colpo sognato per sostituire Samir Handanovic. Trubin, insieme a Yann Sommer, dovrebbe accogliere appunto l’eredità della coppia di portieri che ha lasciato il club nerazzurro negli ultimi giorni: André Onana, volato a Manchester, e Handanovic, svincolatosi.

Piero Ausilio prova a chiudere per Trubin
Piero Ausilio (LaPresse) – interlive.it

Il portiere ucraino piace da parecchio alla dirigenza interista, e si pensava potesse essere preso a poco. Ciò sulla base del suo contratto in scadenza nel giugno 2024 e della sua manifesta intenzione di non rinnovare… Ma lo Shakhtar finora ha sparato molto alto. L’Inter ha offerto prima 10 milioni, poi è arrivata a proporne 15. E gli ucraini ne hanno chiesti primi 25, poi addirittura 30, aprendo al massimo allo sconto di due.

Qualcosa, comunque, si sta muovendo. A Milano è stato avvistato Darijo Srna, alto dirigente (direttore sportivo) dello Shakhtar Donetsk; Marotta e Ausilio lo hanno incontrato per chiudere subito l’affare, in modo definitivo: un sì o un no per mettere chiarezza sul nuovo possibile colpo di cui l’Inter ha bisogno.

Insime a Srna si sarebbe presentato anche l’intermediario Edoardo Crnjar, che da qualche settimana lavora con i procuratori di Sommer. Quindi l’Inter tratta su due fronti contemporaneamente.

Il dirigente è a Milano: Trubin può essere il nuovo colpo dell’Inter

Simone Inzaghi vuole un portiere prima della tournée in Giappone: in alternativa dovrà giocare le prime amichevoli con Di Gennaro, Stankovic e Radu. Al di là del voler far bella figura contro le avversarie (Al-Nassr e PSG), Inzaghi ha proprio bisogno di testare al meglio la fase difensiva e di capire in che modo poter riproporre gli equilibri raggiunti lo scorso anno con Onana in porta (che faceva anche da perno per il disimpegno e la costruzione dal basso).

Ausilio contrinua a trattare per Trubin
Trubin (LaPresse) – interlive.it

La cessione di Onana ha portato nelle casse interiste 52,5 milioni più 5 di bonus. Soldi che serviranno a prendere due nuovi portieri e poi un attaccante e un difensore. In porta ci sono già due preferiti. Sommer, con cui si tratta ormai da settimane per avere uno sconto (l’Inter vuole pagarlo 4 o 4,5 milioni), e il giovane Tubrin, che in questi giorni ha fatto capire di essere interessato a trasferirsi a Milano.

Fra Sommer e Trubin almeno uno adrebbe preso prima di domenica, giorno della partenza per il Giappone, in modo da lasciare Radu a casa. Al momento, nonostante la presenza del dirigente ucraino a Milano, sembra più facile arrivare a Yann Sommer. Tuchel, allenatore del Bayern, sta facendo un po’ di ostruzionismo, ma alla fine i bavaresi hanno informalmente aperto alla cessione.

Ci pensa Ausilio: possibile percentuale sulla rivendita e bonus

Bisogna solo capire quanto spendere. Per ora si è capito che i nerazzurri non vogliono versare i soldi per pagare la clausola: 6 milioni sembrano troppi. Si punta a ottenere uno sconto da 2 milioni. Ma già un milione in meno potrebbe soddisfare Zhang e convincerlo a dare l’ok all’acquisto

Trubin raccoglie l'eredità di Onana
Trubin saluta Handanovic (LaPresse) – interlive.it

Il fatto che l’Inter voglia risparmiare è di certo indice di tirchieria, ma non solo… Da quest’inistente volontà di economia si capisce che il club punta a prendere anche Trubin. Lo svizzero è il vero post-Handanovic (giocherebbe quindi le prime uscite da titolare) e l’ucraino il nome su cui costruire l’avvenire.

Per Trubin la chiave potrebbe essere la percentuale sulla futura rivendita. Questa potrebbe essere l’offerta di Ausilio. Il ds interista, a quanto pare, non dovrebbe partire con la squadra per il Giappone, proprio per continuare a lavorare sui due portieri. In caso di chiusura con entrambi o con almeno uno dei due, anche Piero potrebbe farsi un giretto in Estremo Oriente.

Impostazioni privacy