Belle speranze nerazzurre: i due attaccanti del futuro

Francesco Pio Esposito ed Enoch Owusu, ecco i due attaccanti su cui l’Inter investe per il futuro: il nuovo Dzeko e il nuovo Martins 

Oumar Diallo, Dennis Curatolo, Amadou Makhtarlayi Sarr, Kevin Zefi, Francesco Pio Esposito ed Enoch Owusu: questi sono i giovani attaccanti della Primavera allenata da Chivu su cui l’Inter investe per il futuro. Giocatori uno molto diverso dall’altro, quasi tutti interessanti dal punto di vista tecnico.

Owusu, stella delle giovanili dell'Inter
Zefi e Owusu in Primavera (LaPresse) – interlive.it

Gli ultimi due della lista sono i più dotati. Francesco Pio, dopo un’estate da protagonista con la maglia azzurra (in Under-19 e Under-20), sarà presto ceduto in prestito allo Spezia. Owusu si assumerà invece l’onere di fare la differenza in Primavera, dove Chivu l’ha spesso usato come jolly: il classe 2005 può giocare come seconda punta, ala destra, trequartista e ala sinistra.

Probabilmente, il giovanissimo Enoch, data la possibile partenza di Curatolo in prestito, affiancherà in attacco Zefi e Sarr e troverà continuità con l’Under-19 nerazzurra. Per Esposito il tempo di giocare con i piccoli sembra già terminato…

Francesco Pio Esposito ed Enoch Owusu: i due attaccanti del futuro dell’Inter

A quanto pare è già quasi tutto pronto per il trasferimento a La Spezia, dove Francesco Pio si riunirà con Salvarore, il maggiore dei tre fratelli Esposito. Proprio il centrocampista, anche lui scuola Inter, ha parlato di recente sulle colonne di Città della Spezia, ammettendo di aspettarsi presto l’arrivo in prestito del fratello più piccolo.

Francesco Pio Esposito in prestito allo Spezia
Francesco Pio Esposito con la maglia della Nazionale (LaPresse) – interlive.it

A mio fratello ho detto che Spezia è una bella città“, ha rivelato Salvatore. “Ora aspettiamo l’ufficialità perché non so ancora se è tutto definito. Mio fratello è molto tranquillo, sta festeggiando la vittoria dell’Europeo e poi vedremo dopo le sue vacanze che cosa accadrà“.

Per Francesco Pio si tratterà della prima esperienza fra i professionisti, con una squadra che ha deciso di ringiovanire la rosa e di dare più spazio ai talenti poco conosciuti. Attaccante di manovra, il piccolo Esposito ha segnato 16 volte in Primavera e, nonostante la giovane età, ha compiuto da pochi giorni diciott’anni, dimostra parecchia personalità.

Lo Spezia, che perderà anche Nzola e probabilmente anche Verde dopo aver già detto addio a Gyasi, vuole che Esposito si prenda la responsabilità di segnare il più possibile. E l’Inter ha deciso di mandarlo subito allo sbaraglio, dopo avergli rinnovato il contratto fino al 2027.

Il nuovo gioiellino della Primavera

Chivu non è del tutto soddisfatto dall’ultima stagione della Primavera (la squadra non si è qualificata ai play-off) ma ha avuto tante risposte positive dai più giovani. Per esempio da EnochOwusu. Nato a Bergamo, l’8 gennaio 2005, il ragazzino si è fatto notare nell’Inter Under-17, mettendo a segno 5 reti nelle prime 6 partite. Così è passato subito in Under-18 e poi in Under-19, dove Chivu lo ha schierato sulla trequarti, come ala destra o come seconda punta.

L'Inter crede in Owusu
Enoch Owusu (LaPresse) – interlive.it

Veloce e tecnico, Enoch è un vero e proprio jolly d’attacco. Per fisico e stile di gioco assomiglia un po’ a Kudus dell’Ajax, oppure il vecchio prodotto delle giovanili dell’Inter Oba Oba Martins, anche se il giovane nerazzurro è un po’ più potente di struttura di entrambi. Pur essendo alto e magro, ha un fisico già muscoloso che gli permette di reggere i contrasti avversari e di inserirsi con grande determinazione.

Il suo punto debole è la gestione delle forze: non riesce a risparmiarsi e spesso eccede in grinta. Proprio gli eccessi di foga lo hanno messo spesso in cattiva luce. Deve imparare un pochino di disciplina. L’Inter, la primavera scorsa, gli ha rinnovato il contratto fino al 2025: per il club lui ed Esposito sono gli attaccanti del futuro.

Intanto, il ragazzo di origini nigeriane è un predestinato. Lo testimonia anche il fatto che sia passato nella scuderia CAA Base, società londinese di Frank Trimboli: sarà compagno di rooster di Casadei e di Son.

 

Impostazioni privacy