Dall’Arabia ci riprovano: 25 milioni per quattro anni, l’Inter trema

Il trasferimento di Verratti in Qatar potrebbe mettere l’Inter nei guai: si profila la possibilità per un nuovo assalto dall’Arabia con una proposta da 25 milioni

Il pericolo Arabia non è affatto scampato; l’offensiva saudita al capitale tecnico nerazzurro potrebbe riaccendersi fra pochi mesi, con l’apertura della finestra di mercato di riparazione, a gennaio 2024. Nel mirino delle ricche squadre saudite c’è sempre lui: Hakan Calhanoglu. L’assalto mosso dall’Arabia potrebbe partire da un’offerta al giocatore da 25 milioni per un quadriennio.

Inzaghi preoccupato per l'offensiva araba
Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

Il turco è stato già contattato dai sauditi quest’estate, come svelato indirettamente da Simone Inzaghi e più direttamente da Marotta. E, a quanto pare, i club arabi non si sono arresi, nonostante il muro opposto dalla sociatà nerazzurra. Sembra che almeno un paio di società saudite siano pronte a offrire al nuovo regista dell’Inter cifre simili a quello che hanno convinto Brozovic. Parliamo dunque di 25 o 30 milioni per i prossimi 4 anni.

All’Inter, invece, potrebbe arrivare una proposta da 35-40 milioni. E non è facile prevedere cosa potrebbe succedere. In teoria, di fronte a un simile affondo, la dirigenza nerazzurra dovrebbe provare a resistere, rigettando per la seconda volta la proposta. Qualche problema potrebbe sorgere riguardo alla risposta del giocatore: visto che si parlerebbe di tanti, tantissimi soldi, Hakan potrebbe anche lasciarsi blandire.

L’interesse arabo per Calhanoglu è sempre stato vivo ma, di fatto, si è accentuato dopo il trasferimento di Marco Verratti in Qatar. Le più ricche e ambiziose squadre della Saudi Pro League cercano infatti play-maker: talenti internazionali in grado di offrire geometrie, tempi di gioco ed equilibrio a squadre in quasi tutti i casi troppo sbilanciate in avanti.

Il piano A degli arabi, per tutta l’estate, è stato Verratti. Ma sia il pescarese che il PSG non hanno voluto aprire alla cessione. Così è nato il tentativo per Hakan, che ora potrebbe essere ripetuto a gennaio. Il giocatore ha già dato la sua risposta un mesetto fa, ma nei prossimi mesi potrebbe dover affrontare una proposta ancora più allettante dal punto di vista economico.

Assalto da 25 milioni all’anno per Calhanoglu dall’Arabia

Quest’estate qualche giornalista aveva insinuato che Calhanoglu potesse essere più vicino che mai a un trasferimento in Arabia. Su diceva che il centrocampista volesse rimanere a Milano, ma che la posizione dell’Inter fosse piuttosto incerta. In realtà, Marotta ha chiarito che l’Inter ha respinto tutte le proposte arrivate per il turco.

Arabi su Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (LaPresse) – interlive.it

In Arabia, invece, si deva quasi per certo un contatto tra l’entourage del centrocampista e l’Al-Alhi. Alla fine Hakan Calhanoglu non è partito. Oggi sappiamo che il contatto, diretto o indiretto, fra arabi e Calhanoglu dovrebbe esserci stato davvero. Ma è anche noto che sia l’Inter che il centrocampista turco hanno subito chiuso la porta al club arabo.

L’ex Milan non ha alcuna intenzione di lasciare il mondo nerazzurro ora che è diventato un giocatore chiave per Inzaghi. Solo un’offerta ricchissima potrebbe dunque far cambiare idea al classe ’94.

Cosa cambia dopo la cessione di Verratti all’Al-Arabi

Ebbene, la cessione di Verratti all’Al-Arab ha permesso al PSG di incassare 50 milioni di euro. Il pescarese ha scelto di trasferirsi nel Paese che ha l’ultima edizione della Coppa del Mondo per guadagnare ben 14 milioni di euro all’anno.

Verratti in Qatar
Verratti e Hakimi (LaPresse) – interlive.it

Il suo rapporto con il PSG sembrava compromesso. Il pubblico lo criticava da mesi, Luis Enrique lo aveva praticamente messo fuori rosa… Non si può dunque paragonare la situazione di Verratti a quella di Calhanoglu. L’ex Pescara ha detto di essere stato molto orgoglioso di indossare i colori del PSG, di lavorare fianco a fianco con così tanti grandi giocatori e di vincere trenta trofei.

All’Al-Arabi chiuderà verosimilmente la sua carriera. Si era parlato di un suo possibile ritorno in Italia, per giocare finalmente in Serie A. Ma nessun club italiano avrebbe potuto investire tanto.

Impostazioni privacy