Affare alla Samardzic: Esposito è la contropartita

Il centravanti classe ’02 potrebbe, a sorpresa, trovarsi coinvolto in un’operazione di mercato tra Inter e Udinese, questa sera l’una difronte all’altra al ‘Meazza’

Poche ore ci separano dal via di Inter-Udinese: match valido per la 15esima giornata di campionato che prenderà ufficialmente il via questa sera alle ore 20:45 e che vedrà impegnata la formazione di Simone Inzaghi contro quella di Gabriele Cioffi, tornato a sedere sulla panchina friulana nello scorso novembre.

Gabriele Cioffi (LaPresse) – interlive.it

A sorprendere, però, non è il confronto che andrà in scena tra poche ore sul manto erboso del ‘Meazza’ tra la formazione, quest’oggi, vice Campione d’Europa e i bianconeri bensì un’altra notizia. Ossia quella che nerazzurri e friulani, dopo la mancata chiusura dell’affare Samardzic avvenuta nella passata estate (affare che sarebbe finito per coinvolgere anche Giovanni Fabbian, approdato poi al Bologna), potrebbero arrivare a imbastire una nuova trattativa di mercato che rischia di includere anche Sebastiano Esposito.

La giovane prima punta classe ’02 è in prestito alla Sampdoria, club a cui il calciatore dirà addio nel finale del prossimo giugno per fare rientro all’Inter, verosimilmente per ripartire di nuovo.

Al momento la dirigenza meneghina non ha ancora pensato a cosa fare, esattamente, col cartellino dell’ex Basilea e Anderlecht, in scadenza a giugno 2025), ma l’idea potrebbe essere quella di vedere i nerazzurri intavolare nuove ed eventuali trattative con qualche altro club italiano di massima serie, come ad esempio l’Udinese.

Esposito in cambio di Pafundi: le modalità che potrebbero portare i due atleti da una sponda all’altra

Gli ottimi rapporti che intercorrono tra Inter e Udinese potrebbero consentire ai due club in questione di mettere in atto una nuova operazione di mercato nel corso della prossima estate e che, a onor del vero, rischia di vedere coinvolti Sebastiano Esposito e Simone Pafundi.

Simone Pafundi (LaPresse) – interlive.it

Questi, infatti, i due giovani calciatori che potrebbero finire per diventare oggetto di discussione all’interno dei colloqui che nerazzurri e friulani potrebbero finire per interfacciare nei prossimi mesi. Entrando nello specifico, l’idea può essere quella di vedere il gioiellino classe ’06 finire per percorrere la tratta Udine-Milano a mezzo di un’operazione che, tra prestito e obbligo condizionato, potrebbe arrivare a toccare il tetto dei 18 milioni di euro complessivi.

Discorso leggermente diverso, invece, per Sebastiano Esposito: centravanti che potrebbe accasarsi a titolo definitivo ai bianconeri per 10 milioni di euro così da permettere alle due società, questa sera rivali sul campo, di portare a termine un’operazione di mercato dopo quella andata frantumi nella passata estate tra Inter e Udinese per Lazar Samardzic e Giovanni Fabbian.

Impostazioni privacy