Da Buenos Aires a Milano: l’Haaland argentino per l’Inter

Gondou brilla nel campionato argentino e sogna l’Europa come i grandi bomber albiceleste prima di lui, crescono le quotazioni per l’Haaland de La Paternal

L’Inter conta sulle prestazioni e l’efficienza di Lautaro Martinez anche per il futuro. Viceversa, anche il centravanti argentino e capitano nerazzurro vuole investire tutto il proprio repertorio per il bene del gruppo di Simone Inzaghi. Eppure come dimostrato dai risultati sul campo e da qualche situazione di contorno in organico, il reparto offensivo non può poggiare esclusivamente su di lui e Marcus Thuram.

Gondou l'Haaland argentino, anche l'Inter su di lui
Luciano Gondou, centravanti argentino dell’Argentinos Juniors (LaPresse) – interlive.it

Il gruppo nerazzurro ha quindi bisogno di rinforzi e in fretta. Resistere fino al termine dell’attuale stagione sportiva con due profili d’esperienza come Marko Arnautovic e Alexis Sanchez è affare fattibile ma servirà in ogni caso almeno un nuovo rinforzo in vista della nuova annata. Per questo motivo la dirigenza ha sondato altri profili di spessore in Europa, primo fra tutti Medhi Taremi. E ha spinto i propri osservatori sino in Sud America, territorio fertile da cui l’Inter ha spesso prelevato forza motrice importante che è divenuta presto parte della sua lunga e vincente storia. Sulla scia di Lautaro, il prossimo nome sulla lista degli indiziati di Giuseppe Marotta e Piero Ausilio è quello di Luciano Gondou.

Come Lautaro e Messi, Gondou sogna l’Europa e l’Inter si mette in fila

Il bomber argentino ha sorpreso tutti con la maglia dell’Argentinos Juniors, segnando complessivamente 9 reti in 17 presenze spalmate tra campionato di Superliga e coppe. Un inizio di carriera incoraggiante per un calciatore che non sa solamente fare gol ma ricorda nelle movenze anche Erling Haaland.

Gondou l'Haaland argentino, anche l'Inter su di lui
Gondou sogna di giocare in Europa, anche l’Inter sulle sue tracce (LaPresse) – interlive.it

Soprannominato infatti “Haaland de La Paternal“, il calciatore svetta grazie ai suoi 189 centimetri d’altezza ed un fisico imperioso. La sua chioma bionda rifulge sotto i riflettori e il suo grande sogno resta quello di ricalcare le orme dei tanti altri fuoriclasse che prima di lui hanno potuto brillare in Europa. Ma prima l’obiettivo è quello di qualificare l’Argentinos in una delle più prestigiose competizioni internazionali per club e trascinare l’Argentina Under-23 al Mondiale. Dopodiché ci sarà spazio per ogni idea di mercato.

Forte della tradizione albiceleste in rosa, anche l’Inter potrebbe essere tavolo di trattativa nel prossimo futuro. Non resta che capire se e in quale misura la dirigenza capitanata da Marotta vorrà puntare su una giovane leva a completamento del proprio reparto offensivo, ancora in deficit numerico.

Impostazioni privacy