Attacco corto, ma nessun rinforzo: cosa ha in mente Inzaghi

Dal mercato non arriverà una quinta punta, queste sembrano le indicazioni espresse dalla dirigenza nerazzurra. L’attacco è un problema per Inzaghi, ma c’è forse un’alternativa interna

L’ultima prova di Arnautovic ha confermato che l’austriaco non è in grado di presentarsi come un’alternativa valida in attacco a Lautaro e Thuram. Lo stesso vale per Alexis Sanchez. Per l’ex Bologna, il problema sembra essere soprattutto mentale: è nervoso, Marko, commette errori banali e si deprime, compromettendo con scelte sbagliate ed errori enormi quel poco che di buono riesce a fare grazie a tecnica ed esperienza.

Inzaghi alla ricerca della quinta punta
Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

Entrato al 73′ contro il Verona, sul risultato di 1-0, Marko Arnautovic ha fatto male ogni volta che si è trovato nel vivo dell’azione. Prima la palla persa sul goal degli scaligeri, poi “parata” sulla linea come il Lukaku dei tempi peggiori, un goal facile facile fallito e tante palle perse.

L’ex Bologna sembra psicologicamente a terra. Ma non sono solo gli errori a destabilizzarlo. L’approccio alla partita è sembrato da subito inadeguato. Probabilmente si aspettava di giocare dal 1′. Ma continuando così, difficilmente lascerà la panchina per far riposare i titolari.

Il cileno sta rendendo anche peggio. L’atteggiamento in campo è da primadonna incompresa. Vorrebbe spaccare tutto, e invece se ne esce sempre con prestazioni fumose, giocate inutili e spesso dannose e giravolte senza senso. Fisicamente appare inadeguato. Non regge più l’urto della Serie A e fatica perciò a trovare ritmo.

La soluzione interna per l’attacco: Inzaghi potrebbe sfruttare Mkhitaryan

Per una quinta punta non c’è budget. L’unica possibilità di prendere un nuovo acquisto è dunque legata alla cessione di Sanchez. Il Niño, però, non ha aperto alla possibilità di cambiare aria già a gennaio. Il cileno è stato avvicinato da alcuni club della Saudi League disposti a portarlo in Arabia, ma si sente ancora in grado di far la differenza in Europa.

Mkhitaryan come alternativa in attacco
Mkhitaryan (LaPresse) – interlive.it

Per questo, secondo la Gazzetta dello Sport, Inzaghi potrebbe tornare a proporre Mkhitaryan in posizione più avanzata, per poter ottenere risposte migliori dalle alternative a Lautaro e Thuram. L’ipotesi, in teoria, ha senso. Ma far giocare l’armeno in attacco significherebbe distruggere mentalmente due giocatori già in crisi come Arnautovic e Sanchez.

Per questo è più verosimile che Inzaghi continuerà a sfruttare al massimo Lautaro e Thuram, sperando che non si rompano, e a inserire nei minuti finali il cileno e l’austriaco, augurandosi che possano sbloccarsi.

Intanto Arturo Vidal è tornato a polemizzare contro l’Inter per lo scarso impiego di Alexis Sanchez tramite il suo profilo Twitch. L’ex Juve e Inter ha fatto un appello al suo connazionale, invitandolo a lasciare quanto prima il club nerazzurro. “Alexis, se mi stai ascoltando per favore vattene dall’Inter. È stata una sciocchezza, non saresti mai dovuto tornare. Gliel’ho anche detto. Doveva andare in un club dove potesse divertirsi e fosse amato dalla gente, ma è un testardo“.

Un problema serio

Inzaghi e i dirigenti nerazzurri sanno che la situazione è assai critica. Anche se continuano a sostenere a parole la rosa attuale e a incoraggiare Sanchez e Arnautovic, sono preoccupati. In caso di stop degli attaccanti titolari, il club nerazzurro soffrirebbe troppo.

Arnautovic è una delusione
Arnautovic (LaPresse) – interlive.it

Di certo verrà fatto tutto il possibile per prendere una punta. Magari dopo la Supercoppa. Vincere il torneo in Arabia significherebbe infatti incassare 7 milioni, con i quali magari poter concludere almeno un prestito.

Fare tutto il possibile, ovviamente, non vuol dire che verrà presa sicuramente una punta… Il club non ha la liquidità necessaria ad affrontare un nuovo acquisto.

La versione della Gazzetta, ovvero usare Mkhitaryan come quinto giocatore offensivo da mettere più spesso davanti, ha rilevanza assai relativa. Serve solo a confermare che lo scarso rendimento di Sanchez e Arnautovic è sotto gli occhi di tutti e che ricorrere al mercato per la ricerca di un altro centravanti oggi è comunque complicato. L’attacco è un bel problema per Inzaghi, e la situazione potrebbe aggravarsi nei prossimi mesi.

Impostazioni privacy