Calhanoglu mostra i muscoli: “Se giochiamo così è dura batterci”

Contro il Monza, Calhanoglu ha firmato la sua prima doppietta in Serie A. Per il turco i numeri di quest’anno sono impressionanti

Fa tutto bene, il turco, ed è sempre più incisivo. Intervistato ai microfoni di Sky Sport, Hakan Calhanoglu ha commentato la propria prestazione e quella del gruppo nell’1-5 contro il Monza: “Questa è stata la risposta giusta a tutte le critiche di questa settimana“, ha dichiarato il turco. “Abbiamo lavorato bene e abbiamo recuperato meglio. Nei primi 20 minuti abbiamo fatto capire che volevamo vincere questa partita“.

Hakan Calhanohlu ai microfoni di Sky Sport
Hakan Calhanohlu ai microfoni di Sky Sport – interlive.it

Secondo Calhanoglu l’Inter non sente e non deve sentire la pressione della Juve, né vuole mettere pressione ai bianconeri. “Noi pensiamo solo al nostro lavoro. E gli altri fanno il loro. Ma se giochiamo così è dura batterci“, ha aggiunto Calha.

Poi, sorridendo, ha ammesso: “Sì, è il miglior Calhanoglu di sempre. Ho un nuovo ruolo che mi piace molto, cercherò di dare sempre il massimo e di migliorare ancora. Ora vogliamo difendere la Supercoppa. Siamo forti.

Io giocatore totale? Lo ascolto, lo vedo”, ha poi aggiunto il centrocampista. “Ma ringrazio i miei compagni per la forza che mi danno: è un momento bello per me. Senza di loro non sarebbe così“.

Calhanoglu si sente al top: “Sono nella mia forma migliore

Il turco ha spiegato la voglia di vincere dell’Inter spiegando che anche ad Appiano, in allenamento, c’è molta voglia di vincere. “Quando facciamo le partite, ci incazziamo tra di noi. Ma non siamo sotto pressione o nervosi. Nello spogliatoio c’è un clima molto positivo e si vede in campo. Siamo amici, siamo come una famiglia, e si vede. C’è la voglia di vincere. E vogliamo perciò difendere la vittoria passata, è il nostro obiettivo“.

Pagelle Monza-Inter
Pessina e Barella in Monza-Inter (LaPresse) – interlive.it

In questo preciso momento l’Inter ha in rosa l’attuale capocannoniere in solitaria della A, che è Lautaro Martinez con 18 goal, ma ha anche il vice capocannoniere: Calhanoglu con 9 goal. Il turco ha già eguagliato il suo record di marcature in una stagione di Serie A (che furono appunto 9 nel 2019/20 in 35 presenze). Inoltre il turco ha segnato il settimo rigore sui 7 tirati in questa stagione in A con l’Inter. Da quando è in Italia, Hakan ha fatto 13 su 13. Quindi continua con il suo invidiabile trend da 100%.

Ai microfoni di Inter TV ha invece parlato Henrikh Mkitaryan spiegando che la vittoria contro il Monza è arrivata grazie a studio e applicazione. “Abbiamo studiato bene gli errori commessi contro il Verona e abbiamo cercato di non ripeterlo stasera. Volevamo chiudere la partita il prima possibile e così è successo”.

Stiamo portando avanti il percorso che abbiamo iniziato l’anno scorso, e siamo tutti consapevoli del percorso che stiamo facendo. Ci sono tante partite da giocare e proveremo a fare il massimo fino alla fine. I miei compagni mi spingono a fare il massimo, mi aiutano a giocare al meglio in modo da poterci divertire ancora di più“.

Dicono che è il miglior Mkhitaryan di sempre, ma c’è sempre spazio per migliorare, voglio fare il massimo. Voglio continuare a fare assist per i miei compagni e aiutare la squadra a vincere“, ha concluso l’armeno.

Adesso si pensa alla Supercoppa italiana. L’Inter se la vedrà contro la Lazio e poi, in caso di passaggio alla finale, con la vincente fra Napoli e Fiorentina. Il tutto senza pensare al campionato e alla possibilità concreta che la Juve compia il sorpasso vincendo contro il Lecce. Anche quest’anno si giocherà con l’asterisco. Ma la maturità si misura anche affrontando senza ansia simili situazioni.

Impostazioni privacy