Come l’Inter potrebbe acquistare Gudmundsson

Gudmundsson all’Inter: l’islandese potrebbe far comodo a Inzaghi, anche in caso di arrivo di Taremi. Ecco come i nerazzurri potrebbero approcciarlo

Quasi tutte le big di Serie A hanno messo gli occhi sull’attaccante del Genoa. Il ragazzo ha brillato anche nella sfida degli uomini di Gilardino contro i nerazzurri: Inzaghi e i dirigenti interisti hanno dunque avuto modo di valutare i suoi pregi da assai vicino. Uno come Albert Gudmundsson, per caratteristiche e versatilità, potrebbe sostituire più che degnamente Alexis Sanchez. Il problema principale è il prezzo: i liguri non vogliono venderlo e non dovrebbero considerare una sua cessione per meno di 20 milioni.

Gudmundsson: l'Inter lo segue
Gudmundsson (LaPresse) – interlive.it

Juve e Napoli hanno già provato ad approcciare i procuratori dell’islandese. L’Inter non ha ancora fatto alcun passo in tal senso. Ciononostante il gradimento da parte della società dovrebbe essere alto. Gudmundsson, per la sua capacità di giocare sia dietro le punte che da centravanti, potrebbe essere l’attaccante tecnico e dinamico che Inzaghi ha sempre richiesto in rosa.

Al Genoa sta facendo benissimo, dimostrandosi non solo veloce e fantasioso ma anche sicuro palla al piede, ottimo nella progressione e nei dribbling e, soprattutto, bravo a segnare con inserimenti e tiri dalla distanza. Quando riparte in velocità per ribaltare l’azione, ha dimostrato di poter far del male a chiunque.

Dopo essere esploso come giocatore di livello in patria, il ragazzo si è trasferito nel 2013 in Olanda, tesserato dall’SC Heerenveen. Nel 2015, ha firmato con il PSV e ha cominciato a giocare con le giovanili del prestigioso club olandese. Nel gennaio del 2022 è passato al Genoa, e già in Serie B ha mostrato di essere un buon attaccante. L’esplosione c’è stata però con il confronto con la Serie A.

Gudmundsson all’Inter: l’offerta per convincere il Genoa

Per acquistarlo, l’Inter potrebbe provare a intrigare i liguri inserendo un giovane come contropartita, in modo da poter abbassare di più di un terzo le pretese economiche iniziali del Genoa. I rossoblù potrebbero essere per esempio interessati a prendere Oristanio. Anche Sebastiano Esposito potrebbe essere un giocatore gradito a Gilardino. E poi, anche se valutato poco, c’è Eddy Salcedo, cresciuto nel club genoano e da sempre amato dall’ambiente. Non è da escludere, anche se complicata, l’ipotesi di uno scambio con Arnautovic.

Gudmundsson nel mirino di Ausilio
Gudmundsson (LaPresse) – interlive.it

Da un paio di mesi Albert ha prolungato il suo contratto con il Genoa (fino al 2027) ed è considerato un incedibile. Qualche settimana fa si è fatto sotto il West Ham, ma il Genoa ha deciso di non discutere alcun tipo di offerta. A fine stagione, però, i piani del club potrebbero cambiare.

Anche se l’Inter sembra molto vicina alla firma a zero di Taremi, Ausilio e Marotta stanno continuando a tenere d’occhio il mercato per poter prendere un altro attaccante. Lautaro e Thuram non si toccano, in quanto punti fermi della squadra. Sanchez andrà via. Arnautovic è in forte dubbio.

Meglio di Retegui

Proprio per questo non è possibile escludere a priori un doppio movimento nel reparto avanzato. Albert Gudmundsson, come jolly offensivo, potrebbe dare all’Inter quello che Alexis Sanchez finora non è riuscito a dare. Il classe 1997, che aveva già espresso qualità importanti in Serie B, ha di fatto oscurato l’arrivo di Retegui in Liguria con le ottime prestazioni offerte in questa prima parte della stagione in A.

Anche l'Inter su Gudmundsson
Gudmundsson (LaPresse) – interlive.it

L’attaccante è sempre al centro della manovra offensiva del Genoa. Gioca con coraggio e fantasia, e al dribbling, aggiunge tanto lavoro sporco e intelligenza calcistica. Non a caso, in agguato c’è anche la Premier. E con Napoli, Roma, Milan e Juve già interessate al suo profilo, è molto probabile che possa scatenarsi un’asta.

L’islandese è già a quota 8 reti in Serie A. Ha anche fornito 2 assist: sa segnare su azione, su punizione, in area, da fuori… e sa contribuire anche agli altri goal della squadra. Il 40% dei goal del Genoa vengono fuori da sue iniziative, e la sua è la percentuale più alta di reti rispetto al totale della propria squadra. Il ragazzo ha anche un’alta percentuale realizzativa: il 66.67% dei suoi tiri finisce in rete.

Impostazioni privacy