Fiorentina-Inter mai una partita come le altre: Italiano ha cinque motivi per vincere

I toscani non hanno ancora fatto registrare alcun successo in quest’inizio del 2024. Parola d’ordine: provare a invertire la rotta già dal prossimo turno di A

È in programma domani sera alle ore 20:45 al ‘Franchi’ Fiorentina-Inter, big match della 22esima giornata del campionato di Serie A che metterà difronte la seconda e l’attuale quarta forza del torneo.

La Fiorentina ha almeno cinque motivi per vincere con l'Inter
Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina (LaPresse) – interlive.it

Il dato che fa riflettere è quello che la formazione di Vincenzo Italiano, prossima avversaria dei nerazzurri sul campo, non ha ancora fatto registrare una sola vittoria in quest’inizio del nuovo anno, eccezion fatta per il successo ottenuto in Coppa Italia lo scorso 9 gennaio ai calci di rigore contro il Bologna (quel che conta, in questo caso, è che i toscani non siano andati oltre il pareggio nei tempi regolamentari in quella circostanza).

Gli altri precedenti di gennaio, in casa viola, recitano questo: Sassuolo 1-0 Fiorentina, Fiorentina 2-2 Udinese, Napoli 3-0 Fiorentina, risultati che renderebbero insoddisfatti qualsiasi squadra al mondo, Fiorentina a maggior ragione visto e considerato che stiamo pur sempre parlando di una formazione in piena corsa per la Champions.

Bonaventura e compagni fremono al solo pensiero di tornare a mettere piede in campo domani sera. L’obiettivo, oltre a quello di tornare sui giusti binari, sarà quello di provare a fermare la corsa dell’Inter in campionato e, a dire il vero, la soglia d’attenzione in casa Fiorentina per quest’importante appuntamento è sicuramente altissima in virtù di questi motivi.

L’alto blasone del match, il rapporto Marotta-Commisso e non solo: la Fiorentina vuole i tre punti con l’Inter

Proprio come potuto percepire in questi ultimi anni, dove le due formazioni ogniqualvolta si sono affrontate hanno sempre e comunque dato spettacolo in campo a suon di gol e ottime giocate, Fiorentina-Inter non era e non sarà mai una partita come tutte le altre, a maggior ragione dopo quanto accaduto ‘nelle puntate precedenti’.

Fiorentina (LaPresse) – interlive.it

Tralasciando l’alto blasone del match, uno dei tanti motivi per cui la formazione toscana vuole provare a battere i nerazzurri è quello della lite verbale innescatasi anni fa tra Beppe Marotta e il presidente della ‘Viola’, Rocco Commisso, lite in cui volarono parole decisamente pesanti. Terza ragione è proprio quello di una vittoria che in casa Fiorentina manca praticamente da un mese di tempo, precisamente dallo scorso 29 dicembre, giorno in cui la formazione toscana si impose per 1-0 sul Torino.

Quarto motivo è quello della qualificazione in Champions League, coi viola ora in piena lotta per un piazzamento tra le prime della classe. A certificarlo il quarto posto in classifica momentaneamente occupato dalla squadra guidata da Vincenzo Italiano, ora con un solo punto di vantaggio su Atalanta e Lazio. In conclusione, un’altra motivazione che si aggiunge perfettamente alle altre, è quella che il tecnico ex Spezia tornerà ad avere a propria disposizione alcune pedine dall’importanza notevole, vedi Nico Gonzalez.

Impostazioni privacy