Oaktree ha già ‘tagliato’: metà dipendenti licenziati

Il nuovo fondo proprietario dell’Inter ha già spedito a casa il 40% degli addetti ai lavori, ora sì che i tifosi nerazzurri sono sempre più in ansia

Steven Zhang dice addio al club di Viale della Liberazione dopo essere entrato a capo di questa famiglia nel giugno del 2016. L’imprenditore cinese, sino a qualche ora fa presidente dell’Inter, non è infatti riuscito a restituire i 275 milioni (arrivati a toccare negli anni il tetto dei 380 milioni di euro con gli interessi maturati) concessigli in prestito nel maggio del 2021 da Oaktree, nota società statunitense specializzata in strategie d’investimento che così facendo escuterà il pegno, acquisendo di diritto pieno potere sulla squadra neo Campione d’Italia.

Zhang dice addio all'Inter dopo otto anni
Steven Zhang (LaPresse) – interlive.it

Quali sono le reali intenzioni nutrite dal nuovo fondo proprietario dell’Inter? È presto per dirlo. Quel che è certo, intanto, è che non si tratterà della prima esperienza di Oaktree nel mondo del calcio, questo perché l’azienda californiana si è inserita in questo contesto già nell’ormai lontano 2020, epoca in cui questo stesso colosso internazionale ha acquisito l’80% delle quote societarie del Caen, club che milita attualmente nel campionato di Ligue 2, la cosiddetta Serie B francese.

Le strade di Oaktree e quella della formazione su cui siede attualmente in panchina il tecnico Stephane Moulin si separeranno tra soli pochi mesi. Una situazione, questa, che si deve anche a quanto accaduto nel corso di questi ultimi anni. La volontà di Howard Marks e John Frank, presidente e vicepresidente dell’azienda, era infatti quella di provare a riportare i rossoblù nella massima divisione francese nel giro di qualche stagione. Missione non riuscita, questa una delle varie ragioni per cui la nota società statunitense dirà addio a questo stesso sodalizio nel prossimo autunno.

Intanto, un altro aspetto di cui tener conto è quello che Oaktree, una volta subentrato a capo di questa famiglia, ha sin da subito attuato innumerevoli cambiamenti in casa Caen, licenziando di fatto il 40% dei dipendenti in men che non si dica, molti di questi nel settore commerciale e del personale amministrativo. È questo l’episodio che ha quindi spinto immediatamente i tifosi dell’Inter ad attuare un paio di riflessioni, con l’intera tifoseria nerazzurra che una volta preso atto di quanto accaduto in passato non si augura ora nient’altro che una riconferma dell’intero organigramma dirigenziale del club di Viale della Liberazione, visti e considerati gli splendidi successi conseguiti dalla formazione attualmente guidata da Simone Inzaghi in queste ultime tre annate disputate.

Impostazioni privacy