Inzaghi lo ha fatto di nuovo: il valore si è triplicato, chi sarà il prossimo

Il tecnico nerazzurro, resosi protagonista in questa stagione di una cavalcata straordinaria alla guida del club meneghino, ha plasmato un altro calciatore a sua immagine e somiglianza

Non è un segreto il fatto che Simone Inzaghi sia riuscito a valorizzare diversi calciatori in questi ultimi anni. Pensiamo in primis a Dimarco, Calhanoglu e Darmian, fino ad arrivare anche a Mkhitaryan e Thuram, tutti titolarissimi praticamente. La stessa e identica cosa è accaduta però anche con Yann Bisseck, che è riuscito a sua volta a triplicare il proprio valore in meno di un anno di tempo, tra l’altro senza neppure essere una prima scelta.

Bisseck una delle grandi sorpresa in casa Inter in questa stagione
Yann Bisseck (LaPresse) – Interlive.it

Di fatto, si è consumato nella passata estate l’approdo del centrale tedesco a Milano, col classe ’00 che si è accasato alla formazione su cui siede attualmente in panchina il tecnico piacentino per 7 milioni di euro, somma di denaro che il club meneghino ha la possibilità di versare in più esercizi nelle casse dell’Aarhus (squadra da cui Marotta, Ausilio e la restante parte della dirigenza hanno rilevato il 23enne nato a Colonia).

Ammontano a 21 i gettoni racimolati in stagione dall’attuale numero 31 dell’Inter, sedici di questi raccolti nel campionato di Serie A, tutto questo alla sua prima esperienza trascorsa in Italia. Due, invece, le reti realizzate in quest’annata dal jolly difensivo della squadra neo Campione d’Italia, senza dimenticarci degli altrettanti assist forniti dal nazionale U-21 (valutato ora sui 20-25 milioni di euro, come minimo).

Grandi meriti vanno dati anche al così soprannominato Demone di Piacenza, che è perfettamente riuscito a far sentire qualsiasi calciatore importante all’interno di questo progetto. Ne è da testimonianza l’avvenuto esordio di Raffaele Di Gennaro, terzo portiere sceso in campo a gara in corso durante Verona-Inter dello scorso weekend, match andato in scena al Bentegodi nella serata di domenica 26 maggio e conclusosi col punteggio finale di 2-2.

Apriamo e chiudiamo parentesi. Il prossimo, a questo punto, potrebbe essere Tajon Buchanan, altra creatura (permetteteci di chiamarla così) a cui potrebbe finire per dar vita l’ex allenatore biancoceleste. Nonostante i soli 151′ fatti registrare in questa seconda parte di campionato, il laterale canadese (che Inzaghi vede più come quinto di sinistra piuttosto che di destra) ha comunque dimostrato di avere importanti doti atletiche, oltre che tecniche. A confermarlo è la rete realizzata qualche settimana fa dal classe ’99 contro il Frosinone, oltre che le diverse accelerazioni che hanno visto come protagonista proprio l’ex Club Brugge, atterrato ad Appiano nella scorsa finestra di calciomercato invernale per una cifra vicina ai 10 milioni di euro.

Impostazioni privacy