Quinta punta per Inzaghi: tutta la verità su Arnautovic

A Marko Arnautovic sta già stretto il ruolo di quinta punta a cui sembra essere destinato: l’Inter deve però pensarci bene prima di cederlo

Si legge da giorni dell’intenzione dell’Inter di cedere Arnautovic per prendere un altro attaccante più giovane e continuo, e magari in grado di offrire quelle giocate che l’austriano non è stato in grado di regalare in maglia nerazzurra nonostante le grandi aspettative da parte di staff tecnico e pubblico. In realtà non è affatto detto che Arnautovic sia destinato a uscire.

Marko Arnautovic come quinta punta
Marko Arnautovic (LaPresse) – interlive.it

A Simone Inzaghi, per esempio, non dispiacerebbe affatto tenerlo in rosa. Il tecnico ha già dichiarato di aver bisogno di più scelte rispetto alla stagione appena finita. Quattro attaccanti, in questo senso, sono pochi per poter affrontare campionato, Coppa Italia, Supercoppa Italiana, nuova Champions e Mondiale per Club. E Arnautovic potrebbe quindi tornare molto utile come quinta punta.

Sembra che Arnautovic possa essere il piano B in attacco per varie squadre di A in cerca di una punta: dalla Fiorentina al Como, dal Venezia alla Roma. Lo cercano anche in Arabia Saudita. E poi in Championship League, dove la sua ex squadra, lo Stoke City, sarebbe pronta a ricoprirlo d’oro.

L’attaccante austriaco ha però detto di voler continuare in nerazzurro. “Ho ancora un contratto con l’Inter“, ha spiegato a fine stagione, “nessuno mi ha detto niente, quindi mi preparerò per il prossimo anno con l’Inter“. L’idea di fare la quinta punta e di avere ancora meno spazio rispetto a quello avuto quest’anno, però, non riempie Arnautovic di entusiasmo.

Arnautovic come quinta punta: all’Inter va bene, all’austriaco meno

Sembra che la Fiorentina si fosse già fatta avanti per Arnautovic a gennaio, chiedendolo in prestito. L’Inter ha preferito declinare la proposta. Ma quest’estate il discorso potrebbe riaprirsi. In tanti si aspettano che Arnautovic faccia le barricate per non andarsene, per giocarsi le sue carte e dimostrare di potersi meritare la maglia dell’Inter…

Simone Inzaghi vuole Arnautovic come quinta punta
Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

Ma l’impressione è che l’austriaco potrebbe anche valutare sconveniente continuare all’Inter con davanti Lautaro, Thuram, Taremi e molto probabilmente un quarto attaccante in arrivo al posto di Alexis Sanchez. Come quinta scelta non avrebbe troppe occasioni per mettersi in mostra.

Presto la società nerazzurra farà le sue valutazioni sul caso. Ascolterà le possibili offerte e sceglierà come comportarsi con l’austriaco. Lato Inzaghi, come anticipato, potrebbe esserci un ok all’idea di permanenza, ma solo come quinto uomo. Da parte della dirigenza potrebbe anche venir fuori la schietta volontà di cederlo subito.

Poi ci sarà da mettere in conto ciò che vuole l’austiaco. A Milano si trova bene, Marko. Giocare all’Inter, così pare, è sempre stato il suo sogno. Ma a trentacinque anni l’ex Bologna non ha nessuna intenzione di fare la riserva. Vuole sparare le sue ultime cartucce.

Futuro incerto e numeri sotto esame

Il futuro di Marko Arnautovic è dunque incerto. L’attaccante, per ora, non ha espresso alcuna intenzione di lasciare il club. L’Inter, da parte sua, sta ancora valutando la situazione. Dire che l’arrivo di un altro attaccante dipende solo dall’uscita dell’austriaco significa alterare la realtà dei fatti. Il club sa di non poter incassare una grossa cifra dall’uscita di Arnautovic e che lo spazio salariale impiegato per un nuovo acquisto dovrebbe essere comunque basso.

Arnautovic e il ruolo da quinta punta
Arnautovic con la maglia dell’Austria (LaPresse) – interlive.it

Alle orecchie di qualche tifoso potrà suonare quasi una bestemmia, ma la verità è che Arnautovic come quinta punta per l’Inter sarebbe un’ottima cosa. Trovarne uno come lui per quel ruolo sarebbe complicato. L’alternativa, infatti, sarebbe aggregare un giovane, come Sebastiano Espostito, che di certo non può garantire i numeri di Arnautovic.

L’austriaco ha sbagliato tanto. Si è rotto sul più bello. Ma, a conti fatti, la sua media goal è stata alta. Nonostante il lungo infortunio ha segnato 7 goal, giocando pochissimo e in più delle volte scazzato o fuori forma.

Impostazioni privacy