Inter > Inter News > dal campo > Serie A: Inter-Pescara, le probabili formazioni

Serie A: Inter-Pescara, le probabili formazioni

Cristian Chivu (Getty Images)

SERIE A, INTER-PESCARA LE PROBABILI FORMAZIONI / MILANO – Prima giornata di ritorno del campionato italiano di serie A, un’altra gara di notevole importanza e difficoltà per Andrea Stramaccioni e la sua Inter, in evidente affanno dopo la ormai lontana serie di vittorie consecutive. I nerazzurri affronteranno domani sera allo stadio ‘Meazza’ il Pescara di Bergodi, il tecnico che nelle ultime due partite ha rimesso in carreggiata gli abruzzesi: Catania e Fiorentina i due successi uno dietro l’altro, quello conquistato al ‘Franchi’ il più inaspettato. Stramaccioni in piena e solita emergenza, anche se ha recuperato Milito e Chivu, quest’ultimo sarà al centro della difesa, per la precisione il terzino di sinistra insieme a Silvestre, quello di destra, con Cambiasso al centro. Il centrocampo sarà probabilmente a cinque, lo ha ammesso anche il mister romano: il dubbio è su Gargano. L’uruguagio non è in perfette condizioni, ma solo il ‘provino‘ di domani mattina potrà sciogliere le riserve su un suo impiego o meno dal primo minuto. Jonathan a destra, Nagatomo è convocato ma indisponibile, Pereira a sinistra. Con le sole due punte in campo (Cassano-Milito) ci sarà Guarin in mezzo, altrimenti al suo posto e fra i tre davanti, Rodrigo Palacio. Pescara (4-3-1-2) con il ‘finto’ trequartista Weiss alle spalle di Celik e Jonathas. Ecco le probabili formazioni:

 

INTER (3-5-2): Handanovic; Silvestre, Cambiasso, Chivu; Jonathan, Zanetti, Guarin, Gargano, Pereira; Cassano, Milito. Panchina: Belec, Di Gennaro, Bianchetti, Benassi, Mariga, Obi, Mudingayi, Duncan, Coutinho, Livaja, Rocchi, Palacio. Allenatore: Stramaccioni

PESCARA (4-3-1-2): Perin; Balzano, Terlizzi, Capuano, Modesto; Nielsen, Colucci, Bjarnason; Weiss; Jonathas, Celik. Panchina: Pelizzoli, Falso, Bocchetti, Romagnoli, Zanon, Blasi, Vukusic, Abbruscato, Caprari, Brugman, Cascione. Allenatore: Bergodi

ARBITRO: Celi di Campobasso

 

Raffaele Amato