Inter > Inter News > Mercato, agente Kuzmanovic: “Zdravko non è in vendita, ma…”

Mercato, agente Kuzmanovic: “Zdravko non è in vendita, ma…”

Zdravko Kuzmanovic (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER AGENTE KUZMANOVIC/ MILANO – Lo Zio Sam bussa alla porta, Marko Naletilic non si sbilancia. Che sia chiaro: il Sam in questione non è il nome usato per la personificazione nazionale degli Stati Uniti, ma bensì quello di Sam Allardyce, tecnico del West Ham, che avrebbe chiesto Zdravko Kuzmanovic all’Inter. Proprio del centrocampista serbo, accostato anche al Milan, parla l’agente del giocatore al sito ‘Calciomercato.com’: “Le parole di Allardyce? Fanno sicuramente piacere in quanto si parla di un club che gioca in quello che in questo momento è il campionato più importante del mondo, e che in futuro potrebbe essere anche una possibilità, ma in questo momento ci sono molti rumours. La verità è che il giocatore non è sul mercato. Potete dire quello che volete, ma l’Inter non mi ha mai comunicato l’intenzione di cederlo. La prova sta nel fatto che il giocatore prenderà regolarmente parte al ritiro, a differenza di altri suoi compagni di squadra”.

Dopo Stramaccioni, Kuzmanovic ha il compito di conquistare Mazzarri:Zdravko è molto contento di essere allenato da un tecnico così bravo. Forse, dal punto di vista tattico, non è l’ideale per il gioco di Mazzarri, ma, sotto tutti gli altri aspetti, sono convinto che il mister saprà apprezzarlo. Ovvio, le decisioni spettano all’allenatore, ma, ripeto, penso che la professionalità e l’impegno del ragazzo non lo lasceranno indifferente, e quindi sono decisamente ottimista sulla sua possibilità che resti all’Inter. Milan o Amburgo? Dipende tutto dal club eventualmente interessato. Se si tratta di un grande club con un progetto importante e che presenta un’offerta interessante anche per l’Inter, se ne può anche parlare, ma, ripeto, in questo momento il problema non si pone, e, soprattutto, non è che il giocatore prende e parte: tutto viene fatto in accordo col club; potrebbe anche accettare di rientrare in uno scambio, se questo risultasse vantaggioso per tutti, però, ripeto, ad oggi la mia sensazione è che possa restare”.

Luigi Perruccio