Inter > Inter News > Inter-Napoli, conferenza Mazzarri: “Stagione senza obiettivi. Con De Laurentiis…”

Inter-Napoli, conferenza Mazzarri: “Stagione senza obiettivi. Con De Laurentiis…”

Walter Mazzarri

Walter Mazzarri

INTER-NAPOLI MAZZARRI / MILANO – Battere il Napoli per avvicinarsi al traguardo Europa League: “Sarà una gara insidiosa, dovremo tirare fuori il massimo”. Mazzarri carica i suoi alla vigilia dello scontro contro l’ex, oggi allenata da Benitez: “Dobbiamo migliorare il nostro rendimento nell’arco dei novanta minuti, e ripeto: questo è un anno di transizione ma dovremo restare concentrati fino alla conclusione della stagione”.

Chance per Andreolli e la probabile formazione
“Sta bene, si è sempre allenato nel migliore dei modi e oggi  verificherò le sue condizioni. Tre difensori sani sembra che ci siano. C’è ancora un allenamento prima di decidere i titolari: di solito chi gioca bene si guadagna la conferma. Cambiasso centrale viste le assenze in difesa? Il ‘Cuchu’ è talmente duttile che potrebbe giocare in qualsiasi ruolo. In settimana abbiamo provato anche la difesa a quattro…”.

L’incontro con De Laurentiis
“Non ho problemi a salutare le persone con cui ho lavorato. A Napoli sono stato quattro anni: ho prodotto per l’azienda, sono stato bene e sono stato apprezzato. Quando uno lascia, magari non viene capito. Ma in azzurro ho passato quattro anni stupendi che non si possono cancellare”.

D’Ambrosio in difficoltà?
“Dagli esterni voglio determinate cose che magari altri allenatori non chiedevano: può darsi che i ragazzi che arrivano possono metterci un pochino di più a capire quello che voglio. A Parma ha comunque fatto una buona partita, è uscito sull’1-0 e stava facendo bene”.

Le condizioni di Jonathan
“Oggi valuterò se sia in condizione di poter giocare: ha ancora un po’ di paura per l’infortunio che ha avuto, ieri l’ho lasciato un po’ a riposo e oggi valuterò se sia il caso se giochi lui o D’Ambrosio”.

Analisi della stagione
“Cerchiamo di arrivare più in alto possibile, di raccogliere punti al di là delle prestazioni: se si guarda tutto l’anno abbiamo fatto prestazioni migliori dei punti raccolti. Domani potrà esserci un altro salto di qualità che ci permetterà di programmare le prossime stagioni. Questo è un po’ il senso di quest’anno. A tutti piace vincere, arrivare più in alto possibile per i nostri tifosi: quest’anno abbiamo avuto prestazioni strane come i pareggi, una sconfitta in casa. Domani ho un altro esame per fare un sacco di considerazioni e per poter programmare il futuro: per esempio come i giocatori si comportano nelle partite di cartello”.

Thohir: “Con Mazzarri costruiremo la squadra per la prossima stagione”. Parole che fanno piacere?
“Mi fa più piacere quello che dice a quattrocchi, poi essendo lui il maggior esponente della Società parla anche con gli altri. Lo davo per scontato. A me interessa quando ci guardiamo negli occhi dicendoci queste cose”.

Il Napoli
“Sono molto bravi nelle ripartenze, hanno grande qualità e molte possibilità di fare gol e azioni importanti: dovremo essere bravi a indirizzare la gara dalla nostra parte”.

Confronto Inter-Napoli
“A Napoli sono arrivato che la squadra era sestultima in classifica, qui l’ho rilevata dopo un anno particolare con un inizio con un cambio di società, tanti giocatori in scadenza. Sicuramente sono state due annate stimolanti per me come allenatore, perchè nelle difficoltà si vede se sei un tecnico che può tenere insieme la barca anche in tempesta. Quella di Napoli fu un’annata importante per me stesso e per la mia carriera”.

L’obiettivo stagionale (che non c’è mai stato)
“Dobbiamo fare più punti possibili e alla fine tireremo le somme. Non c’è un obiettivo preciso perché in questo campionato non c’è mai stato secondo me”.