Inter > Inter News > dal campo > Inter-Napoli 0-0: nonfacciamocidelmale va in scena al ‘Meazza’. La Fiorentina allunga

Inter-Napoli 0-0: nonfacciamocidelmale va in scena al ‘Meazza’. La Fiorentina allunga

Inter-Napoli 0-0

Inter-Napoli 0-0

INTER-NAPOLI 0-0 / MILANO – Un pari che smuove poco la classifica e che forse accontenta entrambe. Inter-Napoli finisce 0-0: perfetto equilibrio nel gioco e nei gol mangiati da una parte e dall’altra. Alla fine nessun vincitore: quindicesimo pareggio in campionato dei nerazzurri (l’ennesimo visto da Thohir in tribuna), che non sfatano il tabù della terza vittoria consecutiva e conquistano un altro punticino per l’Europa League. Per i partenopei di Benitez, migliori nella ripresa, si è trattata dell’ultima tappa prima della finale di coppa Italia.

Equilibrio
Causa squalifiche e infortuni, Mazzarri reinventa la difesa: prima volta dall’inizio per Andreolli, Hernanes e Kovacic gli intermedi. Davanti il tandem argentino, Palacio-Icardi. Nel Napoli Benitez mette in panchina Hamsik: doppie geometrie e poca interdizione in mezzo con Inler e Jorginho, tre mezze punte dietro Higuain. 4-4-1-1 per gli azzurri in fase di non possesso, senza aggredire con troppa convinzione i portatori di palla nerazzurri; Kovacic il più ispirato e svelto nel superare in dribbling e servire sugli esterni, alti per impedire le ripartenze di Insigne e Callejon, che si è divorato un facile gol dopo un perfetto taglio in area. Beneamata cerca spesso l’inutile lancio lungo ed è incostante nei suoi attacchi: perfetta, invece, in fase di transizione passiva: nella chiusura rapida degli spazi aiuta la linea difensiva a cinque, il lavoro della mediana e l’imprecisione dei tre brevilinei alle spalle del ‘Pipita’. Brilla Ranocchia nell’anticipo, l’umbro ha mostrato coraggio e autorevolezza nelle uscite. La partita si gioca a specchio e a fasi alterne: il pallino della manovra passava con rapidità dagli ospiti ai padroni di casa, e viceversa: entrambe non volevano scoprirsi aumentando velocità e fantasia solo contro l’ultima linea.

I polmoni di Nagatomo
A inizio ripresa non arriva il gol per una inerzia e imprecisione: prima sbaglia Higuain, che non sfrutta la mancata marcatura di Andreolli, poi Palacio. El Trenza non schiaccia in porta il cross di Nagatomo, dopo il contropiede partito da una precisa sponda di Icardi. Da Reina parte l’azione del Napoli, più di carattere nella ripresa ma fin troppo gigioneggiante nella metà campo interista. Si conferma Kovacic anche in interdizione, Nagatomo ha tre polmoni e Palacio è quello che andava ad aggredire alto l’inizio azione dei partenopei. Tranne il clamoroso palo di Inler, succede poco o nulla fino al fischio finale. Nonfacciamocidelmale di scena al ‘Meazza’, la Fiorentina può riallungare a più quattro.

 

IL TABELLINO

INTER-NAPOLI 0-0

INTER (3-5-2): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Andreolli; D’Ambrosio (67′ Zanetti), Kovacic, Cambiasso, Hernanes (73′ Guarin), Nagatomo; Palacio, Icardi (79′ Kuzmanovic). Panchina: Carrizo, Castellazzi, Kuzmanovic, Taider, Guarin, Botta, Milito. Allenatore: Mazzarri

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Henrique, Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon, Insigne, Mertens (69′ Hamsik); Higuain (80′ Pandev). Panchina: Doblas, Colombo, Reveillere, Mesto, Zuniga, Behrami, Dzemaili, Radosevic, Zapata. Allenatore: Benitez

ARBITRO: Rizzoli di Bologna
NOTE – Ammoniti: 25′ Britos, 37′ Henrique (N); 61′ Hernanes (I)

 

Raffaele Amato