Inter > Inter News > Thohir: “Mancini scelta vincente”. Poi carica l’Inter: “Sapremo rialzarci perché…”

Thohir: “Mancini scelta vincente”. Poi carica l’Inter: “Sapremo rialzarci perché…”

Erick Thohir (Getty Images)

Erick Thohir (Getty Images)

INTER THOHIR / GIACARTA (Indonesia) – In un’intervista concessa al quotidiano indonesiano ‘TopSkor’, Erick Thohir ha parlato del momento dell’Inter soffermandosi anche sulla seconda avventura di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra. Queste le parole del numero uno interista, riportate dal sito ufficiale della società: “Se ripensiamo al 2014, abbiamo dovuto compiere una scelta. Quella migliore non poteva che essere Roberto Mancini, un allenatore vincente che tra l’altro aveva già avuto grandi risultati con l’Inter e conosceva bene il campionato italiano. Con lui abbiamo subito parlato dei piani futuri, di cosa l’Inter sarebbe dovuta diventare: volevamo tornare a giocare in Europa, in Champions League. Mancini è quel tipo di allenatore sempre affamato di successi, inoltre ha il coraggio di cambiare strategia e modulo a gara in corso e non tutti sono capaci di farlo. Se siamo stati a lungo primi in classifica è per il buon lavoro di squadra tra Mancini e il management e per la capacità dei nostri giocatori di adattarsi. C’è una strategia chiara“.

“Quanto realizzato finora ci lascia soddisfatti, ma essere soddisfatti non significa che non si voglia continuare a migliorare. Possiamo farlo e vogliamo farlo, perché il posto che ci compete è tra i primi dieci club al mondo. Dobbiamo qualificarci per la Champions League, è il nostro obiettivo anche se a lungo siamo stati primi in classifica. Domenica il risultato è stato negativo, il Sassuolo ha giocato bene e noi non abbiamo sfruttato le tante occasioni avute, ma con lo spirito di rivalsa dei giocatori e la leadership di Mancini sapremo rialzarci. Dobbiamo essere capaci di anticipare le mosse delle rivali: la Roma ha cambiato allenatore, le altre squadre faranno dei cambiamenti per migliorare la rosa. Questo dev’essere per noi un ulteriore stimolo, dobbiamo migliorare a nostra volta”.

Alessandro Caltabiano