Inter > Pagelle - I voti degli esperti > Inter-Cagliari 1-2, le pagelle: si salva solo Joao Mario. Icardi, giornata nerissima

Inter-Cagliari 1-2, le pagelle: si salva solo Joao Mario. Icardi, giornata nerissima

Il gol di Joao Mario (Getty Images)

Il gol di Joao Mario (Getty Images)

INTER CAGLIARI 1-2 PAGELLE / MILANO – Seconda sconfitta consecutiva per l’Inter, prima in casa nell’era De Boer, che al ‘Meazza’ viene battuta in rimonta dal Cagliari. Buona prova di Joao Mario al suo primo gol in nerazzurro, giornataccia per Icardi e non solo. Ecco le pagelle:

INTER

Handanovic 5,5 – Rovina una prestazione super con almeno tre parate decisive sbagliando l’uscita sul calcio d’angolo che porta al vantaggio del Cagliari.

Ansaldi 5 – Si fa vedere poco in avanti e quando lo fa i cross sono troppo deboli e prevedibili. Dall’ 80’ Jovetic s.v.

Miranda 5 – Gestisce Sau e Melchiorri nel primo tempo, ma perde l’attaccante cagliaritano in occasione del pari.

Murillo 4,5 – Responsabilità su entrambi i gol. Prima si fa tenere dietro da Borriello e sporca il cross di Di Gennaro tradotto dal Melchiorri nell’1-1, rivedibile anche la difesa della propria porta sul vantaggio ospite.

Santon 5 – Si accontenta del compitino e quando De Boer passa alla difesa a tre non riesce a calarsi nel ruolo.

Medel 6 – Corsa e poca qualità. Non possono essere i suoi piedi a gestire una situazione di vantaggio.

Joao Mario 7 – E’ l’unico che pare in grado di accendere la luce nel centrocampo dell’Inter. Trova con grinta e decisione il suo primo gol italiano, che però non porta punti.

Candreva 5 – Bene quando si tratta di saltare l’uomo, meno in occasione dei cross che dovrebbero essere il marchio di fabbrica. Dal 74’ Eder 5 – Cincischia, non si vede mai.

Banega 5,5 – Troppo discontinuo. Alterna belle giocate a palloni persi che diventano pericolosissimi per la retroguardia come in occasione del gol annullato al Cagliari. Dal 60’ Gnoukouri 4 – Non è un giocatore da Inter, forse nemmeno da Serie A.

Perisic 6 – Molto intraprendente nei primi 45 minuti, quando mette dentro cross più precisi rispetto a Candreva dall’altra parte. Fornisce l’assist del vantaggio.

Icardi 4 – Giornata decisamente negativa che inizia con la polemica degli ultras e continua con il rigore sbagliato nel primo tempo. Superficiale anche nell’occasione di testa nella ripresa che poteva portare sul 2-0.

All. De Boer 4 – La sua Inter dura un tempo, il primo, in cui l’unica grande occasione comunque arriva solo dal dischetto. Nella ripresa cala fisicamente e l’olandese va in confusione con i cambi: con tanti campioni o presunti tali in panchina come è possibile che il primo cambio sia il giovane Gnoukouri? Perché tenere Icardi, palesemente fuori partita, in campo per 90 minuti? Quando non si riesce a vincere si dovrebbe provare a non perdere e invece lui inserisce Jovetic per un difensore condannando alla sconfitta i nerazzurri.
CAGLIARI

Storari 6 – Stoppa la prima conclusione di Joao Mario ma la sua difesa è troppo lenta a buttarsi sul pallone con il portoghese che arriva per primo segnando la rete del vantaggio nerazzurro.

Pisacane 6 -Perisic non gli rende certo la vita semplice, specialmente nel primo tempo. Trova più coraggio nella ripresa e segna un gol (annullato) in fuorigioco di tre metri.

Ceppitelli 6,5 – Sua l’unica palla gol per il Cagliari nei primi 45 minuti: ottimo anticipo in area, ma non trova la porta.

Alves 6 – Il rigore causato su Icardi è un po’ la foto di alcuni affanni difensivi, anche se il penalty sembra generoso. Poco reattivo sulla respinta di Storari che spiana la strada al vantaggio dell’Inter.

Murru 6 – Il suo tocco di mano al 13’ poteva costare il rigore. Piano piano prende le misure su Candreva.

Munari 5,5 – Non ha i tempi di inserimento di Isla e anche in fase di contenimento a volte fatica. Dal 69’ Isla 6,5 – Più dinamico di Munari, il suo ingresso fa saltare gli ingranaggi nerazzurri

Tachtsidis 6 – Più mediano che regista, ammonito nel secondo tempo.

Padoin 6,5 – Motorino costante in mediana. Alla fine corre come se la partita fosse appena iniziata.

Di Gennaro 6,5 – Seconda partita consecutiva da titolare. Sfiora la rete del pareggio poco dopo che i suoi sono andati sotto e propizia l’1-1 firmato Melchiorri. Dal 76’ Barella 6 – Importante apporto di fosforo.

Sau 5,5 – Nel primo tempo si nota solo quando viene ammonito, si riscatta parzialmente nella ripresa costringendo Handanovic ad un grande intervento. Esce poco dopo. Dal 60’ Borriello 6 – Rastelli abbandona la pista del contropiede puntando su fisico ed esperienza. Borriello risponde presente entrando nella rete dell’1-1 e mettendo in crisi le sicurezze acquisite fino a quel momento da Miranda e Co.

Melchiorri 7,5 – Scende in campo a sorpresa dal primo minuto al posto di Borriello. Va vicino alla rete prima del vantaggio segnato da Joao Mario e pareggia i conti dopo il gol de portoghese. Sfiora il bis di testa a dieci dalla fine e propizia l’autogol di Handanovic.

All. Rastelli 7,5 – Lezione di calcio italiano a De Boer. Il Cagliari chiude bene quasi tutti gli spazi e nella ripresa fa male sulle ripartenze. Gestione perfetta delle punte, giusto far partire Melchiorri e pure lasciarlo in campo sacrificando Sau.

Arbitro: Paolo Valeri 5 – Al 13’ c’è rigore per l’Inter per fallo mano di Murru su cross di Ansaldi. La dinamica del rigore assegnato ai nerazzurri qualche minuto dopo è dubbia. Bruno Alves si appoggia su Icardi che però sembra cadere un po’ facilmente. Valeri fischia diversi secondi dopo su segnalazione di Rizzoli, oggi arbitro di porta. Giusto annullare il gol di Pisacane per fuorigioco. Sul pari di Melchiorri valuta una giocata e non una deviazione il tocco di Murillo.