Inter > Inter News > Medel, le ultime sull’infortunio: distorsione al ginocchio, salta l’Hapoel

Medel, le ultime sull’infortunio: distorsione al ginocchio, salta l’Hapoel

Medel in azione nel derby - Getty Images

Medel in azione nel derby – Getty ImagesMe

INTER NEWS / MILANO – Medel, sorpresa vanificata dal destino. Il ‘Pitbull’ cileno, che ieri è stato schierato difensore centrale da Pioli con ottimi risultati, è stato costretto a lasciare il campo sul finire del primo tempo per via di un infortunio al ginocchio. Gli esami di stamattina hanno subito evidenziato una distorsione e al di là del responso medico, che comunque andrà implementato da ulteriori accertamenti che verranno eseguiti nelle prossime ore, era da subito stata paventata la possibilità che l’ex Siviglia non potesse prender parte alla trasferta di giovedì in Israele, contro l’Hapoel Be’er Sheva.

Medel, gli aggiornamenti: giovedì non ci sarà

Ebbene, secondo gli aggiornamenti svelati da ‘CalcioNews24’, sembra già sicura l’assenza di Medel contro gli israeliani. È questa, al momento, l’unica certezza circa le sue condizioni, al momento è difficile sbilanciarsi oltre. Per fare chiarezza, nelle prossime ore, l’Inter diramerà un comunicato stampa. Una bella gatta da pelare per Pioli, che si ritrova a fare i conti con l’assenza di un giocatore fondamentale (anche per la contemporanea assenza di Joao Mario e Kondogbia, esclusi dalla lista Uefa).

Medel, prova da derby: 6,5 e tanta garra. In futuro…

Come detto, il cileno è stato ieri uno dei migliori in campo, guadagnandosi un 6,5. Questo il commento di Interlive.it alla sua prestazione: “Lavora molto bene in coppia con Miranda, in quello che è effettivamente il suo ruolo nella Nazionale cilena. Sbroglia qualche situazione spinosa con esperienza e garra, e non va mai in difficoltà. Un esperimento interessante, oggi poco fortunato, ma che in futuro offrirà una concorrenza salutare a Murillo e nuove soluzioni a Pioli“. Non sarà un caso se il Cile, con Medel difensore oltre che capitano, ha vinto la Copa America in due occasioni, nel 2014 e nel 2016…

Alessandro Caltabiano