Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Inter, da Sneijder a Guarin: ecco il progetto di Stramaccioni

Inter, da Sneijder a Guarin: ecco il progetto di Stramaccioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30
Andrea Stramaccioni (Getty Images)

INTER PROGETTO STRAMACCIONI SNEIJDER GUARIN LUCAS / MILANO – Pensieri, idee, schemi tattici. Tanta fantasia, molta corsa, voglia di vincere. Tanta voglia di vincere. Andrea Stramaccioni, il leader del nuovo corso nerazzurro, scelto da Moratti, che con ‘coraggio e pazzia’ gli ha affidato il rilancio della sua Inter. Un’Inter non più forte come qualche anno fa, ma non per questo meno convinta dei propri mezzi. Insistere, persistere e conquistare. Il lavoro sul campo e quello nelle retrovie del calciomercato saranno alla base dei risultati futuri, sia positivi che negativi. Il mister romano studia attentamente ogni singolo giocatore, giorno dopo giorno. Senza sosta, senza pregiudizi. Una squadra già l’ha in mente, impostata quasi sicuramente su almeno tre moduli: il 4-2-3-1, il 4-3-1-2 e il 4-3-2-1. Punti fermi dell’Inter che verrà saranno tre, o al massimo quattro giocatori.

TOCCA A LORO – Sneijder (sempre se resterà), Fredy Guarin – in splendida forma, è dimagrito 4 chili – e Philippe Coutinho. Il brasiliano riccioluto in tandem col campione olandese dietro a un’unica punta, oppure insieme con l’aggiunta di Palacio, sempre alle spalle del Principe Milito. Il Guaro sarà il mediano di forza, oltre che quello di spinta. Un tuttofare del centrocampo, per ora in coppia con Cambiasso. Aspettando… Lucas. Il talento verdeoro del San Paolo piace molto anche a Strama, ma come già ribadito sarà quasi impossibile portare a termine la trattativa col club paulista. Resterà nei sogni del tecnico e di Moratti. La sorpresa di quest’estate potrebbe venire dal rilancio di Jonathan, oggetto misterioso della scorsa stagione, fino a quando non è stato ceduto (a gennaio) in prestito al Parma. In Emilia ha fatto bene, motivo per cui il club nerazzurro potrebbe concedergli un’altra chance. Anche perché sulle corsie esterne non c’è granché: Maicon c’è, ma è come se non ci fosse, Zanetti ha 39 anni e Nagatomo è un punto interrogativo. Certezze e dubbi. La nuova stagione è alle porte. Dimenticare il passato, vivere il presente guardando al futuro. Il viaggio di nozze tra Stramaccioni e l’Inter è finito, ora comincia il bello. E il difficile.

 

Raffaele Amato