Inter, gira in centro sfiorando i novanta

0
55
Gargano affronta Morleo (Getty Images)

INTER WALTER GARGANO FUTURO STRAMACCIONI / MILANO – Il giorno che fu annunciato il suo arrivo in nerazzurro, in molti hanno storto il naso e bofonchiato: “Ma che ci facciamo con un come lui?”. I dubbi su Walter Gargano erano tanti, provenienti sia da Milano che da Napoli, dove comunque ha vissuto cinque anni importanti, pieni di soddisfazioni. L’approccio del motorino di Paysandú è stato soft, nella gara col Siena ha sfoggiato il peggio di sé. Dalla sfortunata ma meritata sconfitta contro la compagine allenata da Cosmi, il mediano uruguaiano, così come il resto della squadra ha avuto una progressiva escalation, tanto da rubare il posto da titolare in mezzo al campo, senza eccessiva fatica all’imploso Guarin. Contro la Fiorentina ha lanciato i primi positivi segnali a Stramaccioni, a Bologna è avvenuta la definitiva consacrazione. Una partita di fuoco, corsa e sacrificio. In cui è riuscito a diminuire il carico di responsabilità che era tutto sulle spalle di Cambiasso, una vera e propria trottola al ‘Dall’Ara’. Alla lista degli intoccabili aggiungiamo anche Gargano: che gira in centro sfiorando i novanta.

 

Raffaele Amato