Inter, Thohir vuole il botto di mercato: tre nomi in corsa

0
22
Thohir, Mazzarri e Fassone
Thohir, Mazzarri e Fassone

CALCIOMERCATO INTER THOHIR CERCI LAVEZZI HERNANDEZ / MILANO – La stagione che sta per cominciare è una sorta di anno zero per l’Inter. E’ la prima che inizia con Erick Thohir presidente ed il tycoon indonesiano ha messo in atto una vera e propria rivoluzione che ha coinvolto tutti: dalla dirigenza allo staff medico, passando ovviamente per i calciatori. Dopo l’addio degli eroi del Triplete e gli arrivi dei vari Vidic, Dodò, M’Vila, Medel e Osvaldo, si può dire che è un’Inter profondamente diversa da quella di Moratti. Ora è tempo di sfoltire la rosa sia per fare cassa che per permettere a Mazzarri di lavorare con un numero non eccessivo di giocatori.

Ciò non esclude che l’Inter possa chiudere con un botto di calciomercato. Secondo ‘Sky Sport’, infatti, Thohir avrebbe mandato al direttore sportivo Ausilio di lavorare per un grande colpo in attacco. Tre sono i nomi sul taccuino dei nerazzurri: il tecnico Mazzarri vorrebbe l’argentino Ezequiel Lavezzi, con cui ha già lavorato ai tempi del Napoli, e che gli permetterebbe di avere diverse soluzioni offensive. Interlive.it vi aveva anticipato l’interesse per il ‘Pocho’ e la strategia per prenderlo, ma nonostante il Paris Saint Germain sia disposto a cederlo, restano le difficoltà economiche legate alla richiesta dei francesi ed all’ingaggio dello stesso Lavezzi.

Il favorito del presidente dell’Inter, è noto, è il messicano Javier Hernandez, che peraltro potrebbe essere inserito in uno scambio alla pari con Guarin. Ma da un lato il Manchester United non sembra più così convinto di cederlo (van Gaal potrebbe addirittura lanciarlo titolare nella prima giornata di Premier League; dall’altro Mazzarri non ha la stessa stima per il ‘Chicharito’ rispetto a Thohir. Nelle ultime ore, intanto, ha ripreso improvvisamente quota la candidatura di Alessio Cerci: da tempo è nel mirino del Milan, che però è lontano dalle richieste del Torino. L’Inter potrebbe abbassarle inserendo nella trattativa il cartellino di Ruben Botta e i 14-15 milioni che deriverebbero dalla cessione di Guarin. Ma oltre alla concorrenza estera di Monaco e Atletico Madrid, i nerazzurri dovranno fare i conti con l’Europa League: se Ventura schiererà Cerci nel playoff, poi non potrebbe giocare la stessa manifestazione con i meneghini.

Se invece non dovesse riuscire il grande colpo, l’Inter virerebbe sulla soluzione low cost rappresentata da Jonathan Biabiany. Con il francese c’è già l’accordo, mentre va trovato quello con il Parma, che chiede 5 milioni di euro, a fronte di un’offerta nerazzurra che è della metà oltre il cartellino di Schelotto.

Maurizio Russo