Inter-Celtic 1-0, le pagelle: prove da leader per Guarin, serata no per Shaqiri

0
88
Guarin festeggia con i compagni
Guarin festeggia con i compagni


INTER-CELTIC PAGELLE /
MILANO –

INTER 

Carrizo 7 Pronti, via. Dopo una manciata di minuti deve subito superarsi su Mackay-Steven lanciato a rete. E poco importa se questa sarà poi l’unica occasione pericolosa costruita dal Celtic:
D’Ambrosio 5,5 Male sull’occasione di Mackay-Steven, lasciato libero proprio dall’ex Torino. Anche il terzino nerazzurro ha la sua occasione per trafiggere Gordon, che però respinge col piede. Ha bisogno di tempo per tornare al meglio.
> dall’80’ Campagnaro sv
Ranocchia 6 Torna in campo dopo la brutta prestazione di Glasgow e mostra qualche miglioramento.Impossibile biasimare il timore provato dai tifosi quando gli attaccanti scozzesi si avvicinano al capitano nerazzurro, ma alla fine gioca senza commettere errori anche se nel primo tempo si era spesso fatto trovare fuori posizione. La sicurezza però è un’altra cosa.
Juan Jesus 6 Come il suo compagno di reparto, non ha sulla coscienza errori significativi. Al contrario, controlla bene la fisicità di Guidetti, così come la rapidità di Forrest.
Santon 6,5 Prestazione positiva da parte dell’ex ‘Bambino’, sufficiente in fase difensiva e ottimo nell’azione del gol di Guarin, ispirata proprio da una sua grande ripartenza.
Guarin 7 Buona prova del colombiano, che ancora una volta va a sprazzi ma nel finale toglie le castagne dal fuoco ai nerazzurri con un siluro da fuori area. È ufficiale: il ‘Guaro’ è tornato, il grande giocatore ammirato da tutti ai tempi del Porto. E, a 28 anni, potrebbe ancora dover vivere i migliori anni della sua carriera.
Medel 6,5 Un’altra partita giocata con intelligenza da parte del ‘Pitbull’, uomo ovunque del centrocampo nerazzurro. Insuperabile (anche di testa!), gioca il pallone senza mai sbagliare ma dà il meglio di sé quando deve spezzare la manovra avversaria.
Hernanes 6 Buon primo tempo, è sempre letale quando parte con le sue serpentine verso la porta avversaria. Il brasiliano è molto propositivo, sfiora il gol con una conclusione da fuori area e si distingue anche per l’ottimo lavoro in fase difensiva.
> dall’80’ Kovacic sv
Shaqiri 5,5 Un po’ in ombra, impiega troppo tempo per passare la palla e non è quasi mai determinante nelle giocate. Mancini gli chiede di risolvere la gara, ma lo svizzero è in serata no e lascia l’onere al ‘ritrovato’ Guarin. Il grande assente della serata.
Icardi 6 Dopo dieci secondi ha già una grande opportunità per andare in gol, ma scivola. Gioca molto bene per la squadra, ma – forse anche per questo – non riesce ad essere al meglio in area di rigore. Dove, visto l’andamento della gara, ci sarebbe grande bisogno di lui. Fa comunque il suo ed è la causa dell’espulsione di van Dijk, che indirizza la gara sui giusti binari.
Palacio 5,5 Prestazione di grande sacrificio: ancora una volta corre tantissimo, anche nonostante una botta al ginocchio. Ha una sola occasione per colpire, ad inizio di ripresa, ma spara alto. 
> dall’89’ Puscas sv

Mancini 6,5 Il merito nel lungo periodo è l’aver revitalizzato Guarin, ma per quando riguarda la prestazione della squadra oggi non c’è molto da stare allegri. Il reparto difensivo non dà grandi garanzie e la squadra si adegua ai ritmi del Celtic, correndo qualche rischio. Nel primo tempo si arrabbia tantissimo con i suoi, e ha ragione. 

CELTIC

Gordon 6,5 Si supera in più occasioni, ma non può nulla sulla bordata di Guarin.
Matthews 5,5
Bene fino all’espulsione di van Dijk, poi non può più spingere.
Denayer 6
Nel complesso non sfigura.
van Dijk 4,5 
Un fallo ingenuo su Icardi gli costa il secondo giallo al 37′. 
Izaguirre 6 
Nervoso, nel finale rischia l’espulsione. Bene in fase difensiva.
Brown 6,5
Grande prova del capitano biancoverde. 
Bitton 6
Molto bene in fase di interdizione. 
Mackay-Steven 5,5
In avvio sciupa l’occasione che avrebbe cambiato la gara.
> dal 39′ Ambrose 6 Crea parecchi grattacapi ad Icardi. 
Johansen 6
Non ha grandi opportunità per pungere, ma ci prova.
Armstrong 5,5 
Non riesce a replicare la grande prova dell’andata.
> dal 78′ Commons sv
Guidetti 5,5
Non riesce mai ad andare al tiro. 
> dal 59′ Forrest 5
Tocca pochissimi palloni. 

Deila 6 Il gol di Guarin infrange i sogni degli scozzesi, ma va detto che giocare a ‘San Siro’ in inferiorità numerica per metà partita e rischiare quasi di uscirne imbattuti è già un grande risultato. I suoi giocano con coraggio ed escono ancora una volta a testa alta.

Arbitro Kruzliak e assistenti 6 Sono due i rigori chiesti dal Celtic nel primo tempo: in entrambi i casi il fischietto slovacco lascia correre e sembra avere ragione. Anzi, nel secondo caso ci sarebbe stato anche il cartellino giallo per simulazione a Guidetti. Giusta anche l’espulsione di van Dijk, autore di due brutti interventi su Palacio ed Icardi. Nell’ultima fase grazia Izaguirre, già ammonito ed autore di un fallo netto su Icardi. 

Alessandro Caltabiano