Inter, Bonolis furibondo: “Ti stai giocando una coppa e metti Carrizo? La cazzata…”

0
199
Paolo Bonolis
Paolo Bonolis

INTER BONOLIS / MILANO – Intervistato da ‘calcionews24.com’, Paolo Bonolis ha espresso la sua opinione sul tracollo dell’Inter in casa del Wolfsburg. Ecco le parole del conduttore televisivo, tifosissimo nerazzurro, che come al solito non le manda a dire: “Non è stato un blackout, giocavamo comunque contro una formazione forte, in casa loro. Secondo me l’errore è stato anche nelle scelte iniziali. Non riesco a capire, l’Europa League è ormai l’unica porta accessibile per la Champions, e Mancini schiera tutti i titolari tranne Handanovic? Perché ha messo Carrizo? Mi sembra una cosa illogica, tanto valeva mettere Puscas per Icardi. Non esiste il portiere di coppa, mica stiamo giocando a carte. Stiamo parlando di professionisti, non di bambini che si offendono se restano in panchina… se proprio vuoi dargli spazio, almeno fallo giocare in campionato, che tanto ormai ci sono poche speranze. L’approccio alla gara poi è stato buono, si è trovato subito il gol e se Palacio non avesse sprecato l’1-2 ora staremmo parlando di un’altra partita. Anche Guarin ieri è sembrato involuto. Non riesco a capire cosa gli prende quando deve per forza tirare dai quaranta metri, non capisco che cosa voglia ottenere. La cazzata di Carrizo sul secondo gol è senza precedenti, mai vista una roba del genere da quando seguo l’Inter. Sul terzo, poi, la barriera era messa male, lui si è mosso male ed è arrivato in ritardo e in maniera goffa sul tiro di De Bruyne. Sono errori comprensibili perché lui è Carrizo, altrimenti sarebbe il titolare. Non riesco a farmene una ragione, ti stai giocando una coppa e metti Carrizo?”.

Ma per Bonolis la rimonta è possibile? “Certo, stiamo parlando del Wolfsburg, mica del Real Madrid. Sono una buona squadra ma il loro reparto difensivo lascia a desiderare, e poi non avranno Naldo. Ma dipenderà da noi, dalle scelte che si faranno e dai giocatori, che non dovranno farsi prendere dalle loro smanie assurde. Senza i nostri regali i tedeschi non avrebbero vinto, l’Inter ha creato e aveva la possibilità di uscire imbattuta. Sono veramente incazzato, e tanto. In campionato non si può più fare molto, e questa è una coppa che l’Inter può e deve vincere”.

Stampa e tifosi divisi sull’operato di Mancini? Bonolis non ha dubbi: “Altra cazzata, Mancini sta facendo un lavoro straordinario, cercando di cambiare la mentalità della squadra. Siamo onesti, ha a disposizione questa rosa e i miracoli non può farli. Certo, la scelta di Carrizo non la capisco, ma comunque gli mancano almeno due centrocampisti, un centrale difensivo bravo e un altro esterno d’attacco. Se in regia hai uno come Medel è normale che vai in difficoltà: ieri era da prendere a cazzotti, ha giocato tutti i palloni in orizzontale rischiando tantissimo. Non abbiamo un giocatore che sappia far ripartire l’azione. Medel e Guarin sono giocatori di corsa, uno serve per coprire e l’altro per inserirsi. Brozovic potrebbe fare questo lavoro, ma purtroppo non può giocare. Mancini avrebbe bisogno di un Cambiasso, che secondo me un altro anno all’Inter lo poteva fare, ma la società e Mazzarri hanno deciso di mandarlo via. Chiaro che se arrivasse Yaya Touré, questi problemi non li avremmo più. Mancini è uno che questi giocatori te li porta, e all’Inter servono grandi calciatori così per svoltare. Altrimenti, dovremo ancora arrabbiarci per partite come quella di ieri”.

A.C.