Le rimonte dell’Inter

0
138
Recoba, Vieri e Martins in Inter-Sampdoria 3-2
Recoba, Vieri e Martins in Inter-Sampdoria 3-2

RIMONTE INTER / MILANO – Crediamo che domani l’Inter possa vincere contro il Wolfsburg non che possa accedere ai quarti di Europa League, però è indubbio che nella storia dei nerazzurri ci siano state diverse rimonte, anche se le squadre capaci di ciò erano di almeno tre categorie superiori a quella attuale. Curioso, e beneaugurante nel caso domani avvenisse l’impresa, che in cinque occasioni, dopo cinque rimonte (quelle con Liverpool, Aston Villa, Cagliari, Lione-poi-Strasburgo e Dinamo Kiev), l’Inter sia poi riuscita a vincere la competizione per la quale concorreva, la (seconda) Coppa Campioni nel ’64-65, la Champions nel ’09-10, e le tre Coppe Uefa (’90-91, ’93-94 e ’97-98) che tutt’ora arricchiscono la sua bacheca. Una sola, invece, la rimonta europea avvenuta con Mancini sulla panchina nerazzurra: da 0-2 a 4-2 contro il Cska Mosca, però nel girone eliminatorio della Champions ’07-08, quella della mancata – sempre rimonta – sul Liverpool di Benitez negli ottavi, con conseguente annuncio di dimissioni poi ritirate il giorno dopo (da tempo Mancini non era più in sé dopo essere venuto a conoscenza dell’accordo Moratti-Mourinho). Due ‘indimenticabili’ entro i confini nazionali: contro la Sampdoria, da 0-2 a 3-2 in cinque storici minuti del 9 gennaio 2005, da 0-3 a 4-3 via supplementari contro la Roma nella Supercoppa 2006.

Raffaele Amato