Icardi: “Capitano dell’Inter a 22 anni, un sogno. Stiamo rinascendo, vedrete”

0
11
Mauro Icardi
Mauro Icardi

INTER ICARDI / ROMA – Intervistato da ‘La Repubblica’, Mauro Icardi ha parlato da leader vero, di fatto giustificando la scelta dell’Inter di affidargli la fascia da capitano. Nonostante la giovane età, il bomber nerazzurro sembra avere le idee molto chiare: “Sono quattro anni che non si vince niente, ora bisogna muovere le cose e provare strade nuove. Da troppo tempo siamo bloccati. Mancini ha delle idee e i dirigenti lo hanno seguito, compiendo enormi investimenti per tornare ai livelli che il club merita. Rinascerà una grandissima squadra: come alla dirigenza spetta il compito di fare il mercato, a noi spetta quello di creare un nuovo gruppo e un nuovo spogliatoio. Ci riusciremo. L’Inter lo merita, per la sua storia. Non so chi arriverà in questi ultimi giorni di mercato, non sono aggiornato perchè a casa guardiamo solo la televisione argentina”.

“Essere il capitano dell’Inter per me è un orgoglio eccezionale. L’hanno deciso Mancini e il club pochi giorni prima del campionato, è una soddisfazione enorme. Ho solo 22 anni e già rappresento uno dei club più importanti al mondo, indossando la fascia che è stata di Zanetti per tantissimi anni. Ma in campo, come dico sempre, dobbiamo essere tutti capitani, non lo è soltanto chi porta la fascia”. Chiusura su Balotelli: “Mario è un giocatore importante, sennò non avrebbe ottenuto quello che ha ottenuto. Come persona è un po’ così, ma ora dovrà cambiare per forza e credo che Mihajlovic saprà come trattarlo perché è un duro”.

Alessandro Caltabiano