Home Calciomercato Inter: ultimi scoop di mercato Inter-Roma anche sul mercato tra retroscena e affari futuri

Inter-Roma anche sul mercato tra retroscena e affari futuri

Adem Ljajic
Adem Ljajic

CALCIOMERCATO INTER ROMA MANCINI GARCIA / MILANO – La sfida tra Inter e Roma è tornata ad essere da alta quota come nel recente passato in cui nerazzurri e giallorossi dominavano la scena del calcio italiano. Ma l’incrocio di stasera al ‘Meazza’ può anche essere l’occasione per i due club di fare il punto sul mercato. Già la scorsa estate ci fu un fitto dialogo tra le due società che sbocciò nel trasferimento di Adem Ljajic in prestito all’Inter. E’ ancora presto per dire se Mancini chiederà a Thohir di sborsare gli 11 milioni di euro necessari a riscattare l’attaccante serbo, ma in vista di gennaio il discorso potrebbe allargarsi ad altri giocatori. Garcia infatti continua a chiedere alla sua dirigenza Juan Jesus dal momento che con il difensore brasiliano risolverebbe in un sol colpo il problema di avere una valida alternativa al centro e sulla fascia sinistra. L’Inter però è restia a privarsi dell’ex Internacional e preferirebbe cedere Ranocchia, altro difensore nel mirino dei giallorossi sul quale va trovata l’intesa sulla formula: i capitolini vorrebbero un prestito con diritto di riscatto, mentre i nerazzurri spingono per l’obbligo.

Ma Inter e Roma sono state anche spesso avversarie sul calciomercato. Basti pensare al recente caso Salah, corteggiato a lungo da Mancini ma che poi, visto il contenzioso tra Fiorentina e Chelsea, è stato lasciato andare ai giallorossi. Discorso inverso quello che riguarda Jovetic, corteggiato per due stagioni dal club di Pallotta e sbarcato invece a Milano in estate. Restando in tema attaccanti, infine, c’è un retroscena che riguarda Icardi: il centravanti argentino fu ad un passo dalla Roma nel gennaio del 2013 quando vestiva ancora la maglia della Sampdoria. I due club trovarono una bozza di accordo ma rimandarono il discorso a giugno, quando però irruppe Moratti: Maurito era il suo ultimo regalo da presidente ai tifosi.

Maurizio Russo