Inter-Genoa 1-0, Ljajic riconsegna la vetta a Mancini

0
21
Inter-Genoa, Ljajic festeggia dopo il gol
Inter-Genoa, Ljajic festeggia dopo il gol

SERIE A INTER-GENOA 1-0 / MILANO – A ‘San Siro’ l’Inter si rialza, batte il Genoa grazie a Ljajic e torna almeno per una notte in vetta alla classifica. Mancini torna al 4-2-3-1 e lascia fuori Icardi. Biabiany e Ljajic larghi con Jovetic alle spalle di Palacio. Gasperini col 3-4-3 (in pratica un 5-4-1), Perotti e Lazovic a supporto di Gapkè, non propriamente una punta. Già al 1′ occasionissima a pochi metri dalla porta per Felipe Melo, ma il brasiliano spara alto. L’Inter parte forte, domina la partita – sfruttando bene le fasce – senza però mordere. Il più ispirato è sempre Ljajic, che va vicino al gol ben tre volte: nella prima manda di poco sopra l’incrocio dopo aver saltato il diretto avversario con un paio di serpentine; nella seconda, ricevuto un perfetto cross da Telles, conclude poco deciso al volo obbligando Perin alla grande respinta; nella terza, lanciato da Palacio (a cui nel secondo tempo non verrà fischiato un rigore) di testa, conclude di pochissimo alla destra del numero uno di un Genoa dedito solo a difendersi (Laxalt quasi a uomo su Biabiany. Al 36′ il primo corner). Resta negli spogliatoi Melo, mandato all’ospedale per accertamenti dopo la tremenda capocciata con Medel: al suo posto entra Brozovic. Nella ripresa gli ospiti alzano il baricentro proponendosi con maggiore convizione sulla trequarti nerazzurra: Lazovic, su traversone di Perotti, fa sporcare i guantoni del fin lì spettatore Handanovic. L’Inter è più sfilacciata e meno mobile, ma al 59′, dopo che Jovetic aveva mancato lo specchio da posizione strafavorevole, va in vantaggio con Ljajic su calcio da fermo: il serbo, al secondo gol consecutivo, crossa in mezzo dove nessuno la prende, compreso il portiere del ‘Grifone’. Palla in rete, 1-0. Risultato che Gasperini prova a cambiare, senza riuscirci, inserendo Capel e Pandev e che invece a Mancini – che gioca in dieci gli ultimi cinque minuti causa espulsione, giusta, di D’Ambrosio – basta per dimenticare la sconfitta col Napoli.

INTER-GENOA 1-0
59′ Ljajic

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Telles; Medel, Felipe Melo; Biabiany, Jovetic (74′ Perisic), Ljajic; Palacio (88′ Guarin). A disp.: Carrizo, Berni, Ranocchia, Juan Jesus, Montoya, Dodò, Gnoukouri, Icardi, Manaj. All. Mancini

GENOA (3-4-3): Perin; Izzo (80′ Cissokho), Burdisso, Ansaldi; Figueiras (74′ Pandev), Rincon, Tino Costa, Laxalt; Lazovic (61′ Capel), Perotti, Gakpé. Allenatore: Gasperini. A disp.: Lamanna, Ujkani, De Maio, Sandro, Ricozzi, Ntcham, Ghiglione. All. Gasperini

ARBITRO: Giacomelli di Trieste
AMMONITI: Tino Costa, Brozovic, D’Ambrosio, Telles, Ansaldi, Perotti
ESPULSI: 85′ D’Ambrosio

Raffaele Amato