Inter-Palermo 3-1, riprende la rincorsa al terzo posto

0
130
Inter-Palermo 3-1, il vantaggio nerazzurro firmato Ljajic ©Getty Images
Inter-Palermo 3-1, il vantaggio nerazzurro firmato Ljajic ©Getty Images

SERIE A INTER-PALERMO 3-1 / MILANO – Dopo la Juve in Coppa Italia l’Inter rifila tre gol pure al Palermo riprendendo la rincorsa al terzo posto occupato dalla Roma, che dopo la vittoria di questa sera torna distante cinque punti. L’abito tattico che sceglie Mancini è diverso anche stavolta: 4-2-3-1 con Perisic e Ljajic sugli esterni e Palacio vicino a Icardi. Esordio stagionale in A per Carrizo (Handanovic ko causa febbre), in difesa tornano Miranda e Murillo, a sorpresa in mediana c’è Kondogbia e non Brozovic affianco a Medel. Iachini opta per il consueto 3-5-2. Vazquez mezzapunta con licenza d’assist a Gilardino. L’Inter non è intensa e perfetta come mercoledì ma il Palermo, almeno per la prima mezz’ora, assomiglia un po’ a quella Juve: squadra molle e poco compatta (così salvarsi sarà dura), con un centrocampo che non fa filtro. Infatti va subito sotto: 10′, Perisic serve quasi al limite dell’area Ljajic, il centro del gioco nerazzurro, che si libera dell’avversario con una finta battendo Sorrentino con un destro chirurgico. Al 22′ il raddoppio: Palacio crossa indisturbato dalla destra, Icardi in spaccata anticipa Gonzalez e realizza.

Il 2-0 addormenta Medel e compagni e scuote l’orgoglio della formazione rosanero che sale d’intensità tornando in partita con Vazquez (su assist di Rispoli) bravo in scivolata a concludere un fulminea ripartenza. Ma chi di contropiede ferisce, di contropiede perisce: nella ripresa il Palermo parte forte alla ricerca del pareggio ma l’Inter cala il tris chiudendo di fatto il match – che poi Iachini proverà inutilmente a riaprire inserendo Quaison e due punte quali Djurdjevic e Balogh – con il colpo di testa in tuffo di Perisic sul traversone di Icardi.

INTER-PALERMO 3-1
10′ Ljajic, 22′ Icardi, 45′ Vazquez, 53′ Perisic

INTER (4-2-3-1): Carrizo; Nagatomo, Miranda, Murillo, D’Ambrosio; Medel (87′ Felipe Melo) Kondogbia; Ljajic (65′ Brozovic), Palacio (78′ Biabiany), Perisic; Icardi. A disp.: Berni, Radu, Juan Jesus, Telles, Santon, Gnoukouri, Eder, Manaj. All. Mancini

PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli (83′ Balogh), Hiljemark, Maresca, Chochev (68′ Quaison), Pezzella; Vazquez, Gilardino (71′ Djurdjevic). A disp.: Alastra, Posavec, Struna, Morganella, Cionek, Cristante, Jajalo, Brugman, Bentivegna. All. Iachini

ARBITRO: Russo di Nola
AMMONITI: Medel, Gonzalez

Raffaele Amato