Serie A: Inter-Juventus tra precedenti e statistiche

0
244
Inter-Juventus
Inter-Juventus

INTER JUVENTUS STATISTICHE PRECEDENTI / MILANO – In vista della sfida di campionato tra Inter e Juventus in programma a Milano domenica 18 settembre alle 18, interlive.it vi propone alcune curiosità e statistiche legate al Derby d’Italia, classica partita che non è solo un match, ma un antropologico scontro culturale di valori, una sfida che non è solo un freddo confronto di palmares, ma una caldissima rivalità capace di rinfocolarsi anno dopo anno, generazione dopo generazione.

Dando uno sguardo agli annali, il bilancio è a favore della Beneamata. Nel corso della storia Inter e Juventus si sono affrontate in serie A 97 volte a Milano, con i nerazzurri che si sono imposti per 43 volte, in 31 occasioni le due squadre si sono divise la posta in palio, mentre i bianconeri hanno vinto per 23 volte. La nostra panoramica si apre con il primo match tra le due compagini in campionato a Milano che è datato 28 novembre 1909. Il match terminò 1-0 per i padroni di casa, fu deciso da una rete dello svizzero Engler. La prima vittoria della Juventus nei match esterni contro l’Inter in serie A è datata 18 maggio 1928, netta vittoria dei bianconeri che si imposero 1-4. Questo successo rappresenta  la vittoria più eclatante dei bianconeri nei match giocati in casa dei nerazzurri. La vittoria più eclatante dei nerazzurri contro i bianconeri  invece è datata 4 aprile 1954, fu il roboante 6-0 interista grazie alle reti di Skoglund (doppietta), Brighenti (doppietta), Armano e Nesti. Sono due, invece, gli Inter-Juve con più reti in assoluto: il 6-1 del 26 novembre 1911 ed il 6-1 del 4 gennaio 1914.

Dando uno sguardo agli annali merita un cenno, il pirotecnico 4-0 del 11 novembre 1979, firmato da Altobelli (tripletta) e Muraro, nell’anno del dodicesimo scudetto nerazzurro. La sfida più sentita fu sicuramente quella del 1997/1998, con Inter e Juventus in lotta per lo scudetto, la gara fu decisa dalla rete di Djorkaeff. Sfida epica fu anche quella della stagione 2001/2002: Inter in vantaggio con un bolide da 30 metri di Clarence Seedorf, Juventus che ribaltò il risultato con i gol di Trezeguet e Tudor. Quando sembrava tutto finito Seedorf decise di segnare uno dei gol più belli della storia del calcio, tirando un missile da 40 metri,  portando il risultato sul 2-2 finale. La lista potrebbe essere molto lunga ma per chiudere il nostro piccolo amarcord scegliamo un pareggio recente, sicuramente ben impresso nella memoria dei tifosi. Era il 19 ottobre 2002: l’Inter di Hector Cuper era sotto 0-1 al minuto 95’. Corner per l’Inter, Emre dalla bandierina e durante la successiva mischia in area Francesco Toldo riuscì a mandare la palla in rete; il ‘Meazza’ esplose, il gol verrà poi assegnato a Vieri ma noi preferiamo assegnarlo simbolicamente al portiere nerazzurro. Narrando la storia di Inter- Juventus non possiamo non soffermarci su una data storica: il 2 maggio 2006, l’inizio di Calciopoli che portò alla revoca dello scudetto della Juventus, all’assegnazione dello stesso a tavolino all’Inter e alla retrocessione dei bianconeri in Serie B con 9 punti di penalizzazione. Con la retrocessione della Juventus in Bl’Inter resta l’unica squadra italiana a non essere mai retrocessa in serie B.

L’ultima vittoria dell’Inter tra le mura amiche nei match con i bianconeri in serie A, è il 2-0 del 16 aprile 2010, l’anno del triplete, quando uno straordinario gol di Maicon e una rete nel finale di Eto’o regalarono tre punti decisivi per l’assegnazione dello scudetto all’armata di MourinhoL’ultima vittoria della Juventus in campionato a Milano contro l’Inter, è datata 16 maggio 2015, i bianconeri si imposero sull’Inter 1-2. Primo tempo di marca interista con vantaggio meritato di Icardi. Poi nel finale della frazione, un dubbio calcio di rigore per i bianconeri: Marchisio non sbaglia e pareggia. Nella ripresa i nerazzurri sono più incisivi, ma è Morata che colpisce chiudendo il match, complice una colossale papera di Handanovic. L’ultimo pareggio tra le due compagini, in serie A a Milano, corrisponde anche con l’ultimo precedente in serie A, risale al 18 ottobre 2015. Le due formazioni si diedero battaglia impattando 0-0. Un tempo a testa: nerazzurro il primo, bianconero il secondo. Un legno a testa: prodezza personale per Brozovic, con traversa su tiro a giro, gol mangiato il palo di Khedira, liberato davanti alla porta dal gran lavoro di Morata.

Nelle 97 partite fin qui disputate dalle due squadre sono stati messi a segno ben 269 gol, 162 di marca nerazzurra e 107 dai bianconeri.

Stefano Vimercati