Inter, a Praga bisogna vincere: de Boer sceglierà il migliore undici

0
226
Inter, Mauro Icardi - Getty Images
Inter, Mauro Icardi – Getty Images

EUROPA LEAGUE INTER DE BOER SPARTA / MILANO – Al termine della partita col Bologna Frank de Boer ha assicurato che contro lo Sparta scenderà in campo la miglior formazione possibile. Gli crediamo e sarebbe giusto così, considerato che a Praga la squadra nerazzurra sarà obbligata a vincere dopo la figuraccia casalinga alla prima giornata del gruppo K contro gli israeliani del Be’er Sheva per non compromettere del tutto o quasi la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta di Europa League.

Il tecnico olandese dovrebbe continuare ad affidarsi al 4-2-3-1 dinamico, con le sicure rinunce a Gabigol, Kondogbia, Joao Mario (pure infortunato) e Stevan Jovetic, non iscritti in lista Uefa. Per la difesa potrebbe recuperare Murillo, anche se probabilmente non rischierà il colombiano – out domenica per una lombalgia – in vista del big match contro la Roma. Al posto dell’ex Granada verrebbe confermato Ranocchia, il migliore contro i rossoblù di Donadoni, di fianco a Miranda. Non va esclusa, però, la soluzione Medel centrale di difesa per far rifiatare il brasiliano, con Melo (o Gnoukouri) in mediana vicino al ‘riabilitatoBrozovic o Banega qualora il croato venisse schierato alle spalle di Mauro Icardi. D’Ambrosio, Nagatomo e Ansaldi (in rialzo la candidatura dell’argentino) si giocano due posti sulle corsie laterali, mentre su quelle d’attacco Eder potrebbe essere preferito a Candreva e Biabiany a Perisic.

Raffaele Amato