Home News dal campo Serie A, Inter-Crotone 3-0: Perisic sblocca, Icardi chiude. Vecchi saluta con una...

Serie A, Inter-Crotone 3-0: Perisic sblocca, Icardi chiude. Vecchi saluta con una vittoria

Serie A, Inter-Crotone 3-0 ©Getty Images
Serie A, Inter-Crotone 3-0 ©Getty Images

SERIE A INTER-CROTONE 3-0 / MILANO – L’interregno di Vecchi si chiude con una vittoria. Netta, per 3-0, arrivata quasi al termine di una partita dominata seppur con i soli difetti. Decisivo Mauro Icardi, autore di una doppietta e dell’assist che ha permesso a Perisic di rompere il muro del Crotone, venuto al ‘Meazza’ con la speranza di acciuffare al massimo un punto. I nerazzurri salgono a 17 punti in classifica, dopo la sosta – con Pioli in panchina – affronteranno il Milan momentaneamente secondo.

LA PARTITA
Vecchi si affida ancora al 4-4-1-1, ma con una mediana di maggiore qualità e meno equilibri rispetto a Southampton: Joao Mario in coppia con Banega, poi Candreva e Perisic sugli esterni e Banega a supporto di Icardi. Il Crotone è per dieci-undicesimi quello che domenica scorsa ha battuto il Chievo ottenendo il primo successo in Serie A della sua storia. L’unica novità è rappresentata da Palladino al posto di Tonev. E’ un’Inter vivace ma sconclusionata, che tiene troppo palla sbagliando anche i più semplici passaggi dalla metà campo in su: al 19′ perde Ranocchia per risentimento ai flessori della coscia destra (al suo posto Murillo), in generale nei primi quarantacinque è davvero pericolosa solo con le conclusioni di Banega e Brozovic, va anche a segno con D’Ambrosio – che raccoglie e mette dentro brutta ed errata respinta di Cordaz del tiro di Candreva – ma la marcatura del terzino viene annullata per fuorigioco che non c’è. I calabresi badano solo a difendere molto bassi con un lineare 4-4-2 (Palladino fa l’esterno) lasciando spesso libera la propria corsia mancina: al quarto d’ora producono però una palla gol che Trotta sciupa spedendo il pallone in curva da ottima posizione.

Nel secondo tempo l’Inter aumenta la pressione migliorando la precisione delle giocate. Il Crotone non riesce più a uscire dalla sua area di rigore. Vecchi fa entrare Eder per il discontinuo Banega, che prima del cambio sporca i guantoni di Cordaz su punizione. Nicola risponde togliendo una punta, cioè Trotta, per un centrocampista, ovvero Crisetig. Poi è il turno di Jovetic che surroga Candreva. Si gioca a una sola porta, con qualche pausa dovuta ad errori scolastici dei nerazzurri, ma per sbloccarla bisogna aspettare l’84’: Crotone sbilanciato, gran palla di Icardi per Perisic, il croato ha una prateria, entra in area e infila all’angolino basso di sinistra la rete dell’1-0. Quella che finalmente sblocca la gara, che poi chiude Icardi (buttato a terra da Ferrari) dal dischetto e al 92′ su assist di Eder. L’argentino raggiunge Dzeko in testa alla classifica capocannonieri, mentre l’Inter, che fra qualche ora sarà di Stefano Pioli, conquista meritatamente tre punti importanti per uscire dalle sabbie mobili e arrivare più serena al derby.

INTER-CROTONE 3-0
84′ Perisic, 88′ rig. e 92′ Icardi

INTER (4-4-1-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Ranocchia (19′ Murillo), Santon; Candreva (82′ Jovetic), Joao Mario, Brozovic, Perisic; Banega (63′ Eder); Icardi. A disp.: Carrizo, Andreolli, Nagatomo, Melo, Kondogbia, Biabiany, Gnoukouri, Gabigol. All. Vecchi

CROTONE (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah; Rohden (85′ Sampirisi), Capezzi, Barberis, Palladino; Trotta (70′ Crisetig), Falcinelli. A disp.: Festa, Cojocaru, Claiton, Dussenne, Martella, Fazzi, Salzano, Tonev, Nalini, Simy. All. Nicola

ARBITRO: Calvarese di Teramo
NOTE – Ammoniti: Ranocchia, Mesbah, Rosi

Raffaele Amato