Inter-Chievo 3-1, Pioli: “Vittoria meritata. Icardi top player, che personalità Gagliardini”

0
73
Pioli festeggia con la squadra la vittoria sul Chievo – Getty Images

INTER-CHIEVO 3-1 PIOLI / Stefano Pioli è un fiume in piena di elogi per la sua Inter che contro il Chievo ha infilato la quinta vittoria consecutiva riducendo, in attesa delle gare di domani, a due punti il distacco dalla zona Champions: “La squadra sta trovando fiducia e stasera ha vinto con merito una partita tutt’altro che semplice. Vincere ti dà morale e autostima”, le sue parole ai microfoni di ‘Sky Sport’. Ottima la prestazione del neo acquisto Gagliardini: “Ha fatto un’ottima partita, giocando con energia e personalità. Lo stesso i suoi compagni. Quest’Inter lotta e corre fino alla fine per trovare il risultati, per noi gennaio è un mese decisivo per accorciare la classifica, che ancora non è quella che vogliamo. Ora testa alla Coppa Italia, che è una competizione che potrebbe darci grandi soddisfazioni, e al Palermo di domenica prossima. Rispettiamo tutti, ma noi ce la vogliamo giocare”.

Pioli: “Icardi top player. Ecco perché non è entrato Gabigol”

Determinante per la rimonta è stato senz’altro Mauro Icardi. Il capitano e centravanti argentino ha siglato il gol del momentaneo 1-1 e ha rubato a Izco il pallone del 2-1 di Perisic: “Mauro era già un top player prima che arrivassi io, ma essendo giovane può diventare ancora più forte se riesce a muoversi ancora meglio tra le linee. Devo dire, però, che tutti i giocatori della rosa stanno cercando di mettermi in difficoltà perché vogliono giocare. Candreva e Perisic esterni nel 3-4-3 possono rivedersi in futuro? Entrambi hanno le qualità per fare tutta la fascia, l’importante è che la squadra mantenga sempre compattezza. Negli spogliatoi li ho fatti riposare chiedendo loro: ‘cosa ci sta mancando? Mi hanno risposto: ‘lucidità sotto porta’. Ecco, allora andiamo a far gol. Sono contento perché siamo a buon punto per poter costruire un futuro positivo. Perché Gabigol non è entrato? Ho preferito mettere dentro Palacio perché avevo cambiato modulo – ha risposto in conclusione Pioli a ‘Premium Sport’ -. Alla squadra serviva più gamba sull’esterno e avevo bisogno di Rodrigo per stare più vicino a Icardi. Comunque Gabriel sta lavorando bene, ora vedremo se martedì contro il Bologna lo utilizzerò dall’inizio o a partita in corso”.

R.A.