Serie A, Inter-Pescara 3-0: nerazzurri a forza sette!

0
10
Inter-Pescara 3-0 (Getty Images)

INTER PESCARA CRONACA / Settebello Inter! Al’ Meazza’ i nerazzurri si sbarazzano del Pescara nel match valido per la ventiduesima giornata del campionato di Serie A conquistando il settimo successo consecutivo e riducendo momentaneamente a soli due punti il distacco dalla zona Champions. Nel primo tempo la squadra di Oddo parte bene ma dopo il ventesimo e il gol di Verre giustamente annullato per fuorigioco deve arrendersi a una squadra compatta e determinata oltreché apprezzabile sotto il piano estetico, che trova il vantaggio con D’Ambrosio bravo di interno piede a spingere in rete il traversone di Brozovic. Più tardi Joao Mario riceve in regalo la palla per il raddoppio, ma per ben due volte non riesce a superare Bizzarri. Il portoghese si riscatta quasi allo scadere aprendo e chiudendo grazie al cross di Perisic una grande azione. Ottimo secondo tempo degli abruzzesi, vicini a riaprirla con Bahebeck al quale in uscita Handanovic chiude lo specchio. L’Inter non è più brillante ma intorno alla mezz’ora cresce di rendimento trovando il tris finale in contropiede con Eder, servito però da Icardi in posizione di offside. Nell’ultimo quarto d’ora spazio per Gabigol che ha provato a mettersi in mostra con un colpo di tacco e un tiro centrale respinto da Bizzarri. Ora la formazione di Pioli è attesa al quarto di Coppa Italia contro la Lazio, oggi sconfitta in casa dal Chievo e superata in classifica, e soprattutto al derby d’Italia con la Juventus di domenica prossima.

INTER-PESCARA 3-0
22′ D’Ambrosio, 42′ Joao Mario, 72′ Eder

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio (84′ Santon), Medel, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Brozovic; Candreva (75′ Gabigol), Joao Mario, Perisic (70′ Eder); Icardi. All. Pioli

PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Stendardo (54′ Crescenzi), Coda, Biraghi; Memushaj, Bruno, Verre; Kastanos (81′ Cubas), Benali; Bahebeck (74′ Cerri). All. Oddo

ARBITRO: Calvarese di Teramo

NOTE – Ammoniti: Nagatomo (I), Biraghi (P)

Raffaele Amato