Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Inter, Bergomi: “Le milanesi lotteranno per il quarto posto”

Inter, Bergomi: “Le milanesi lotteranno per il quarto posto”

Bergomi

INTER BERGOMI INTERVISTA/MILANO-L’ex difensore dell’Inter e ora commentatore per Sky Sport Giuseppe Bergomi, è stato intervistato dal Corriere dello Sport a poche ore dall’inizio del campionato. Queste le sue prime delucidazioni: “Sarà il campionato dei giovani. In questi ultimi anni è cambiata la tendenza. Già la stagione scorsa l’abbiamo visto con alcuni allenatori che hanno puntato molto di più sui ragazzi”. Gli domandano di fare qualche nome e lui dichiara: “Bisogna fare un monumento a Gasperini con tutti i giovani sui quali ha puntato: da Conti a Caldara, passando per Gagliardini. E ancora Paulo Sousa, che ha fatto maturare Bernardeschi facendogli capire che deve adattarsi ad alti livelli. La cosa bella è che anche squadre importanti come il Milan puntano sui baby: penso a Donnarumma ma anche a Locatelli. Tutto questo porta a una crescita costante della nostra Nazionale“. Gli chiedono se, quando ha avuto una parentesi come allenatore delle Giovanili dell‘Atalanta, ha avuto l’occasione di allenare qualcuno di loro e lui spiega: “Io ero sulla panchina della Berretti, Caldara, Conti e Gagliardini facevano su e giù con la Primavera. Anno dopo anno cambiavano e maturavano. Conti ha sempre avuto una gran corsa, Caldara fin da piccolo era attento e concentrato. E Gagliardini aveva la tecnica e i tempi d’inserimento”. Ultima domanda, su chi l’ex bandiera nerazzurra vede favorita per il campionato e lui si sbilancia dicendo: “Quest’anno la Roma è la squadra che mi intriga di più. Può arrivare prima come quinta, ma tra tutte è la mia favorita. Ho solo qualche perplessità in difesa. Il Napoli gioca il miglior calcio, vediamo se sarà maturato e saprà vincere anche le partite “sporche”. Milan e Inter si contenderanno il quarto posto. Non sottovaluterei la Lazio, che ha forza fisica e velocità. Una squadra difficile da affrontare. Non penso lo rivinca ancora la Juventus per il settimo anno di fila, se dovesse succedere allora sarebbero fenomeni“.

 

Luigi De-Stefani