Home Pagelle - I voti degli esperti Roma-Inter 1-3, le pagelle: Icardi trascina. Bene Dalbert e Vecino

Roma-Inter 1-3, le pagelle: Icardi trascina. Bene Dalbert e Vecino

Roma-Inter 1-3, le pagelle (Getty Images)

ROMA INTER PAGELLE / Va all’Inter il big match della seconda giornata del campionato di Serie A: la squadra di Spalletti si impone in rimonta per 3-1 contro la Roma, ecco le pagelle della sfida andata in scena all’Olimpico

ROMA

Alisson 6 – Bravo su Icardi negli ultimi minuti del primo tempo. Sicuro nelle uscite. Non ha colpe particolari sui gol.

Juan Jesus 5,5 – Di Francesco sceglie lui per coprire la falla a destra. Ci mette tanto impegno ma non è il suo ruolo e si vede. Fatica quando deve impostare e lo si nota in occasione dell’azione del pareggio.

Fazio 5 – Titolare dopo la panchina di Bergamo per l’emergenza difensiva, dimostra di non aver ancora assimilato i dettami difensivi di Di Francesco. Ripresa in apnea.

Manolas 4,5 – Inizia bene, sembra in progresso rispetto alla prima uscita. Poi l’incertezza in occasione del primo gol di Icardi e la replica nel tris di Vecino.

Kolarov 6 – Un palo dopo il gol da tre punti di sabato scorso, tanto per convincere anche chi non vedeva di buon occhio il suo arrivo. Forse poteva aiutare Manolas in occasione della rete di Icardi.

Strootman 6 – Dei tre centrocampisti è quello che si vede di meno, ma non certo quello meno utile: tanto lavoro oscuro.

De Rossi 6 – Diga davanti alla difesa, disinnesca Borja Valero e fa ripartire l’azione nel primo tempo. Ottima una chiusura su Perisic nella ripresa. Dall’83’ Ünder sv

Nainggolan 7 – Martinez ha detto che non è in forma, lui dimostra il contrario. Assist magnifico per il gol di Dzeko, fa tremare il palo con una conclusione da fuori. Il migliore.

Defrel 6 – Più lavoro in fase di copertura che in fase offensiva, eppure c’è anche il suo zampino nell’azione che porta al palo di Nainggolan. Dal 62′ El Shaarawy 6 – Sfiora il gol subito dopo il pareggio di Icardi: bravo Handanovic nell’uscita, ma troppo timido il Faraone nella conclusione.

Dzeko 6,5 – Un gol da vero bomber, una conclusione disinnescata da Handanovic. Conferma di avere ancora il piede caldo.

Perotti 6,5 – Salta D’Ambrosio con facilità ed è una costante spina nel fianco nella retroguardia nerazzurra. Il palo gli nega la gioia di un gol (e che gol!) che meriterebbe tutto. Dal 91′ Tumminello sv

All.: Di Francesco 5,5 – Una sconfitta frutto di emergenza difensiva, sfortuna e calo mentale. La gara sembrava in controllo poi il pareggio di Icardi ha tolto sicurezza ai giallorossi che non sono riusciti a riemergere.

INTER

Handanovic 6 – Può poco sulla rete di Dzeko, ringrazia il palo in ben tre occasioni.

D’Ambrosio 6 – Parte male, con il ritardo nella diagonale in occasione del gol di Dzeko. Perotti lo fa faticare per un tempo poi gli prende le misure e cresce alla distanza.

Miranda 6 – Vita decisamente più facile con Skriniar al suo fianco.

Skriniar 6,5 – Dzeko gli sfila alle spalle in occasione del gol del vantaggio, soffre nel primo tempo. Nella ripresa fa il salto di qualità: dalle sue parti non si passa. Rischia il rigore su Perotti.

Nagatomo 6 – Il giapponese sfoggia la solita prestazione tutta corsa e attenzione tattica. Fuori a inizio ripresa per dare spazio a Dalbert. Dal 56′ Dalbert 7 – Salvataggio a porta sguarnita su El Shaarawy, si ripete su Nainggolan: grande impatto.

Vecino 6,5 – C’è anche il suo nome nel tabellino dei marcatori. Il sigillo sul match è il suo.

Gagliardini 5,5 – Qualche palla persa di troppo, troppo timido per guidare il centrocampo nerazzurro. Dal 46′ Joao Mario 6 – Il suo ingresso in campo non incide più di tanto nel gioco dell’Inter.

Candreva 6 – Gioca a corrente alternata e non dà mai l’impressione di essere nel vivo del gioco. Sbaglia troppi palloni, poi piazza l’assist per Icardi e sembra risvegliarsi. Dall’84’ Cancelo sv

Borja Valero 6,5 – Non ha il passo da trequartista e se ne accorge anche Spalletti che nella ripresa lo arretra nei due di centrocampo. Migliora lui e la manovra nerazzurra.

Perisic 7,5 – Nel primo tempo nel trio di trequartisti alle spalle di Icardi è il più attivo. Nella ripresa sembra in calo poi ritrova energia e spunti: due assist per lanciare la rimonta.

Icardi 8 – Una la spreca (ma il gioco era fermo), in un’altra è bravo Alisson: il suo primo tempo è decisamente negativo. Nella ripresa però ha altre due palle buone e sono due gol: vero bomber.

All.: Spalletti 7 – L”Olimpico’ lo accoglie con i fischi, lui risponde portando a casa tre punti importanti per l’autostima di una squadra in costruzione. Un tempo di sofferenza, poi si sveglia Icardi e l’Inter cambia passo grazie anche alle mosse del tecnico toscano che riporta Borja Valero nel duo di centrocampo.

Arbitro Irrati 5 – Il calcio di rigore non assegnato a Perotti per fallo di Skriniar è una macchia troppo grande da cancellare: da spiegare il perché in questo caso il Var non è intervenuto.