Home Pagelle - I voti degli esperti Crotone-Inter 0-2, le pagelle: Skriniar decisivo, giù Gagliardini

Crotone-Inter 0-2, le pagelle: Skriniar decisivo, giù Gagliardini

Crotone-Inter 0-2 ©Getty Images

PAGELLE CROTONE INTER / Nei minuti finali l’Inter supera il Crotone conquistando la quarta vittoria consecutiva in altrettante partite di campionato. Ora almeno per una notte i nerazzurri di mister Spalletti saranno da soli in testa alla classifica di Serie A. Ecco le pagelle della sfida andata in scena all’Ezio Scida’:

INTER

Handanovic 7 – Provvidenziale in uscita su Tonev, che gli tira addosso e guadagna solo un corner ad inizio ripresa. Ha del miracoloso invece il suo intervento, d’istinto, sul colpo di testa ravvicinato di Rohden.

D’Ambrosio 6 – Meglio nel primo tempo, quando prova a solcare la fascia destra. Nel secondo si spegne un po’, prima di uscire a causa dei crampi nel finale. Dall’85’ Ranocchia s.v.

Miranda 5 – Va in difficoltà in due circostanze nella prima frazione, e in una ci rimette anche un giusto giallo. Tonev lo brucia nei primi minuti della ripresa e si presenta davanti ad Handanovic.

Skriniar 7 – Budimir è un cliente difficile sotto l’aspetto fisico, ma lui vince tutti i duelli. Trova il primo gol in maglia nerazzurra dopo la traversa colpita contro la Spal, ed è una rete pesantissima.

Dalbert 5,5 – Qualche errore di troppo, sia in fase di appoggio che nei cross. Deve ancora inserirsi al meglio negli schemi di gioco di Spalletti. Dal 65’ Nagatomo 6 – Entra bene in partita, proponendosi spesso in sovrapposizione dalle parti di Perisic.

Gagliardini 5 – Brutta prestazione la sua, fra errori in fase di impostazione e interventi che non sempre centrano il pallone. Sembra un po’ frastornato. Dal 56’ Vecino 6 – Meglio dell’ex atalantino, anche se non è molto intraprendente nelle giocate. Compitino per lui.

Borja Valero 6 – Ruba una gran palla a Barberis, dando il via al magistrale contropiede che porta Joao Mario a tu per tu con Cordaz nel primo tempo. Gioca con lucidità, anche se pressato talvolta va in difficoltà.

Candreva 5 – Prova a mettere nel mezzo tantissimi palloni, ma quelli realmente pericolosi non ci sono. Punta sempre l’uomo e prova l’affondo, ma molte volte deve accontentarsi della rimessa laterale.

Joao Mario 5,5 – Si divora il gol del possibile vantaggio, sfiorando il palo con Cordaz in uscita su magistrale contropiede nerazzurro. E sulla trequarti non gli riesce quasi nulla. Nel finale partecipa all’azione del raddoppio di Perisic.

Perisic 6,5 – Nel primo tempo serve a Joao Mario un gran pallone che il portoghese però manda di poco a lato a tu per tu con Cordaz. Il più frizzante del trio d’attacco, raddoppia in pieno recupero.

Icardi 5 – Imbrigliato da Ajeti e Ceccherini, non è mai pericoloso. I palloni giocabili sono pochi, ma lui ne mantiene pochi.

All. Spalletti 6 – Il merito della sua Inter è quello di non mollare mai, ma sul piano del gioco ancora qualcosa non va. Apparso poco fluido all’Ezio Scida di Crotone.

 

CROTONE

Cordaz 6 – Non compie miracoli, e questa è già una notizia per uno come lui. Però è sempre attento e puntuale su uscite che si rivelano decisive. Skriniar però riesce a beffarlo a pochi minuti dal termine con un tiro imprendibile dall’interno dell’area. Incolpevole anche su Perisic.

Sampirisi 6 – Poche discese per lui, impegnato com’è a tenere a bada Candreva. Riuscendoci però.

Ajeti 6,5 – Gioca una partita da mastino, aggredendo Icardi con un buon senso dell’anticipo e senza mai commettere errori. Costretto ad uscire per infortunio. Dal 66’ Cabrera 6 – Non sfigura, anche se non gioca la bella partita di Ajeti, che era in giornata di grazia.

Ceccherini 6 – Contiene le scorribande dei portatori di palla nerazzurri, ma soprattutto limita Icardi con la collaborazione di Ajeti. Dall’84’ Tumminello s.v.

Martella 6 – Non spinge molto, ma si stringe parecchio dando man forte ai due centrali. Pericoloso da calcio di punizione in una circostanza.

Rohden 6,5 – Ci mette grinta e lucidità nella zona nevralgica del campo, e sfiora il gol con un colpo di testa ravvicinato su cui all’Inter serve un miracolo di Handanovic per non capitolare. Dal 72’ Faraoni 5,5 – Non offre grandi spunti senza palla, limitandosi alla fase difensiva.

Mandragora 6 – Fa legna a centrocampo senza commettere errori, anche se rischia qualcosa con un contatto in area rossoblù con Gagliardini.

Barberis 5,5 – Regala un contropiede pericolosissimo all’Inter, quando Valero gli ruba palla in fase d’impostazione nel primo tempo. L’errore è grave, ma col prosieguo dei minuti si riprende.

Stoian 5,5 – Poche invenzioni per supportare il duo d’attacco, ma il cross che favorisce il pericolosissimo colpo di testa di Rohden è molto bello.

Tonev 5 – Ci prova a rendersi pericoloso, anche provando a suggerire qualche palla a Budimir, ma la precisione oggi non è il suo forte. Handanovic in uscita lo ipnotizza al 52’.

Budimir 5 – Lotta e fa a sportellate, soprattutto con Skriniar che non si tira indietro. E spesso ha la meglio.

All. Nicola 6 – Un buon Crotone per gran parte della partita, che gioca con personalità e copre bene il campo. A fare la differenza sono stati i singoli.

 

Arbitro: Banti 6 – Proteste al minuto 50, quando Gagliardini cade in area di rigore rossoblù dopo un contatto con Mandragora, ma la decisione di lasciare correre è corretta. Buono nel complesso il suo arbitraggio.