Home Pagelle - I voti degli esperti Inter-Genoa 1-0, le pagelle: male Dalbert, D’Ambrosio decisivo

Inter-Genoa 1-0, le pagelle: male Dalbert, D’Ambrosio decisivo

Inter-Genoa 1-0 ©Getty Images

PAGELLE INTER GENOA / L’Inter conquista a fatica i tre punti contro il Genoa nella gara valida per la sesta giornata di Serie A. Decisivo per il ritorno al successo il gol allo scadere di D’Ambrosio. Ecco le pagelle della sfida andata in scena al ‘Meazza’:

INTER

Handanovic 6,5 – Si oppone in volo plastico ad un tiro pericoloso di Taarabt nel primo tempo.

D’Ambrosio 7 – Non galoppa sulla fascia, limitandosi a sovrapporsi a Candreva, ma nel finale trova il jolly di testa su azione da corner. E diventa l’eroe di San Siro. Buona anche una sua diagonale in fase difensiva che sventa un attacco pericoloso degli ospiti.

Skriniar 6,5 – Non sbaglia mai un intervento, giocando spesso d’anticipo. Appena può avanza palla al piede per creare superiorità numerica in mezzo al campo.

Miranda 6 – Ad inizio gara qualche problemino in fase di impostazione, ma poi tutto liscio. Non fa mai vedere il pallone a Pellegri.

Dalbert 5 – Un po’ confuso sull’out di sinistra. Non spinge, limitandosi al compitino. E quando prova a mettere in mezzo i risultati non si rivelano dei migliori. Anzi, le conclusioni sono pure velleitarie e dannose.

Vecino 6 – Di buono c’è che riesce a contenere bene i tentativi di ripartenza ospiti. Di contro invece la sua prestazione in fase offensiva, che non ha visto alcun inserimento e un solo filtrante sprecato da D’Ambrosio.

Borja Valero 5 – Si pretende molto di più da uno come lui. La manovra è lenta, ma lo spagnolo non riesce a a metterci brio dalla cabina di regia. Dal 72’ Karamoh 6 – E’ ancora troppo acerbo per incidere a gara in corso. Specialmente con avversari barricati come i rossoblù. Ma sul finale fa espellere Taarabt, che un po’ nervoso non accetta i suoi doppi passi.

Candreva 4,5 – Ancora una prestazione negativa per lui. Non riesce a guadagnare il fondo e nell’uno contro uno ha sempre la peggio. Esce tra i fischi di San Siro. Dal 61’ Eder 6,5 – Attraversa un migliore periodo di forma rispetto all’esterno titolare e si vede. Con un tiro d’esterno da fuori area impegna seriamente Perin. Più vivace nella partecipazione alla manovra, fa anche espellere Omeonga.

Brozovic 6 – Colpisce il palo allo scadere del primo tempo con un tiro dal limite dell’area. Si, ma poi poco altro. Quando sembra trovare lo spunto buono sbaglia l’ultimo passaggio. Dall’81’ Joao Mario 6 – Fa qualcosa di importante nei pochi minuti a disposizione: crossa in mezzo per il gol vittoria di D’Ambrosio dalla bandierina.

Perisic 6 – Costruisce con stop e tiro dall’interno dell’area ospite la prima grande occasione del match, ma il pallone sfiora la traversa. Poi cala incidendo poco, e nel secondo tempo offre qualche buona discesa sulla fascia.

Icardi 5,5 – Praticamente mai vista una sua conclusione, un po’ per il pessimo supporto, un po’ perché non riesce a trovare gli spazi giusti. Da elogiare il suo contributo difensivo però, perché con un ripiegamento sventa la possibile conclusione a tu per tu con Handanovic di Pellegri.

All. Spalletti 5,5 – L’ennesima e preoccupante prova negativa della sua squadra sul piano del gioco viene comunque ricompensata dalla voglia di non mollare mai. D’Ambrosio lo salva dai fischi di San Siro, così come i suoi cambi che ridanno sprazzi di lucidità alla manovra.

GENOA

Perin 6,5 – Si oppone prima a Brozovic, poi a Icardi da posizione defilata nella stessa azione. Ma sul gol di D’Ambrosio non può arrivarci.

Biraschi 6 – Argina bene Perisic dal suo lato, tutto sommato. Non commette errori, anche se non basta per mantenere il risultato di 0-0.

Rossettini 6 – Il centrale del terzetto difensivo non sfigura, limitando bene Icardi. Non ha colpe sul gol.

Zukanovic 6 – Buona prestazione, soprattutto in marcatura su Candreva, che alla lunga si spegne anche a causa sua.

Lazovic 5 – Poca cosa in fase offensiva, chiuso com’è da D’Ambrosio e Perisic in ripiego.

Veloso 5,5 – Dovrebbe comporre meglio le geometrie di questo Genoa, altrimenti troppo semplici e di facili letture agli avversari. Esce acciacato. Dal 79’ Rigoni s.v.

Cofie 5,5 – Fa legna in mezzo al campo, senza badare troppo alla qualità degli appoggi. Va bene anche così, ma di fatto serve solo a ritardare il successo dei padroni di casa.

Laxalt 5,5 – Aiuta soprattutto nei raddoppi sul lato di Candreva. Assente però in fase di sostegno a Pellegri e Taarabt. 53’ Migliore 5,5 – Più partecipe alle ripartenze del Grifone, ma sul finale anche lui ha qualche responsabilità sulla rete di D’Ambrosio.

Omeonga 4 – Combina tutto nel finale. Prima non salta sul cross di Joao Mario per D’Ambrosio, con la collaborazione di Migliore, poi si fa espellere per fallo su Eder lanciato in volata.

Taarabt 4,5 – Costringe Handanovic al volo plastico con deviazione in corner nel primo tempo. E’ l’occasione più ghiotta che capita al Genoa. Sul finale giusto il cartellino rosso per fallo su Karamoh.

Pellegri 5 – Non arrivano palloni giocabili, e lui si fa vedere poco. Perde il duello con la morsa dei centrali nerazzurri. Dal 75’ Pandev 5,5 – Non combina molto, ma ci mette esperienza per mantenere di più il possesso del pallone là davanti.

All. Juric 5 – La soluzione di difendere bene stava anche per pagare con un buon pareggio, ma la rinuncia a far male in fase offensiva ha anche conesso all’Inter le energie di provarci fino all’ultimo. Con ragione della squadra. Adesso l’esonero potrebbe anche concretizzarsi.

Arbitro: Guida 6 – Manca un giallo a Rosi per intervento pericoloso su Dalbert.