Home Pagelle - I voti degli esperti Sassuolo-Inter 1-0, le pagelle: giornataccia per Icardi e Brozovic

Sassuolo-Inter 1-0, le pagelle: giornataccia per Icardi e Brozovic

Sassuolo-Inter 1-0, Icardi sbaglia il rigore ©Getty Images

PAGELLE SASSUOLO INTER / Secondo ko consecutivo dell’Inter. Al ‘Mapei Stadium’ il Sassuolo, con Falcinelli, mette al tappeto i nerazzurri, traditi sul dischetto da Mauro Icardi. Ecco le pagelle dei protagonisti della sfida valevole per la 18esima di Serie A.

SASSUOLO

Consigli 7,5 – Para il rigore a Icardi oltre a condire la sua prestazione con un paio di salvataggi provvidenziali.

Lirola 6,5 – Spinge molto e aiuta Politano a mettere in difficoltà la catena D’Ambrosio-Perisic.

Goldaniga 6 – Gioca in maniera ordinata senza sbavature, contiene bene Icardi nella ripresa.

Acerbi 6,5 – Sarebbe stato un 7 se non fosse per l’ingenuità del fallo di mano che poteva costargli carissimo.

Peluso 5,5 – Trova sul suo ‘out’ il giocatore nerazzurro più ispirato, Candreva e soffre, considerando anche le discese di Cancelo.

Missiroli 6 – Fa ciò che deve fare senza esagerare ne deficere, nel secondo tempo spazza tutto quello che c’è da spazzare.

Magnanelli 6,5 – Regia ma anche tanta interdizione sulla zona centrale di sua competenza.

Duncan 6,5 – La solita esplosività mista a dinamismo fondamentali per dare adito alla manovra sia offensiva che difensiva. Dal 90′ Cannavaro S.V.

Politano 7 – Corsa da centometrista e lucidità nel piazzare il cross giusto sul palo giusto, è inoltre una spina nel fianco per la difesa interista per tutta la partita. Dall’83 Mazzitelli S.V.

Falcinelli 7 – Si fa in quattro per procurare palloni e trovare occasioni, meritando anche il gol vittoria che affossa l’Inter.

Berardi 6,5 – Gara da giocatore ritrovato, i primi segnali si erano visti a Genova e sono stati confermati dalla buonissima prestazione odierna. Dal 63′ Ragusa 6,5 – Entra e contribuisce alla vittoria giostrando diversi contropiedi.

All. Iachini 7 – Continua il super periodo del suo Sassuolo, che supera anche l’Inter di Luciano Spalletti con la filosofia della concretezza, secondo 1-0 consecutivo infatti e seconda vittoria insperata e decisiva.

INTER

Handanovic 6 – Esita un po’ in occasione della rete ma salva la situazione in altri contesti.

Cancelo 5 – Tanto fumo e poco, pochissimo arrosto, timido nei primi 45 minuti poi impreciso nella ripresa.

Skriniar 5,5 – Forse la prima insufficienza stagionale per il centrale ex Sampdoria che soffre sia Falcinelli che Berardi.

Miranda 6,5 – Il migliore dei suoi, mai in difficoltà e sempre lucido e freddo nella gestione del pallone. Dall’80’ Joao Mario S.V.

D’Ambrosio 5 – Politano non gli fa capire nulla per tutta la gara. Dal 73′ Dalbert 5 – Gli mancano molte letture in entrambe le fasi.

Gagliardini 5,5 – Gli manca sempre la precisione giusta per piazzare il lancio o l’imbucata decisiva.

Valero 5,5 – Pecca di leziosità in alcuni frangenti, ma di certo non il peggiore dei suoi.

Candreva 6 – Merita la sufficienza per il grande impegno profuso durante tutto il match, crossa incessantemente dal primo all’ultimo minuto alternandovi anche qualche conclusione non pericolosissima.

Brozovic 4,5 – Ennesima bocciatura per il talento croato che risulta troppo molle e quasi svogliato quando c’è da difendere e recuperare. Dal 46′ Eder 5,5 – Sicuramente fa meglio del suo predecessore ma non abbastanza per risultare decisivo.

Perisic 5,5 – la voglia di incidere certamente non manca, ma a volte come lo scorso anno si astrae dal gioco.

Icardi 4 – Gira tutto male per il centravanti nerazzurro che sciupa almeno quattro occasioni per pareggiare ma soprattutto spara il suo rigore fra le braccia di Consigli consegnando virtualmente i tre punti ai neroverdi.

All. Spalletti 4,5 – Ora c’è un problema, se la sconfitta con l’Udinese era fisiologica, questa no, soprattutto per come è maturata e per le conseguenze devastanti che porta con se.

ARBITRO: Doveri 6,5 – Avrebbe anche strappato un sei ma ci sono troppi dubbi sul contatto fra Cancelo e Berardi, molto sospetto e valutato senza l’aiuto del VAR. Giusto il rigore per l’Inter