Home Pagelle - I voti degli esperti Fiorentina-Inter 1-1, le pagelle: Joao Mario indisponente, Icardi è letale

Fiorentina-Inter 1-1, le pagelle: Joao Mario indisponente, Icardi è letale

Fiorentina-Inter 1-1 (Getty Images)

FIORENTINA INTER PIOLI / L’Inter pareggia 1-1 al ‘Franchi’ contro la Fiorentina l’anticipo della ventesima giornata di Serie A. Icardi ha portato in vantaggio i nerazzurri, raggiunti allo scadere da Giovanni Simeone. Ecco le pagelle del match:

FIORENTINA

Sportiello 6 – Subisce gol alla prima vera occasione dei nerazzurri dopo una buona parata sul colpo di testa di Icardi. Non può nulla sulla respinta corta dello stesso attaccante argentino.

Laurini 6 – Prende coraggio col passare dei minuti e si propone con costanza e personalità. Contiene senza troppi problemi uno spento Perisic.

Pezzella 6 – Svolge un buon lavoro in copertura senza correre particolari rischi. Sempre attento anche palla al piede.

Astori 5,5 – Lotta e fa a sportellate con Icardi annullandolo nel primo tempo, ma lascia colpevolmente solo l’argentino in occasione del vantaggio nerazzurro.

Biraghi 5,5 – Rinuncia a proporsi in avanti nonostante sia raramente impegnato in fase difensiva da Joao Mario. Si rende pericoloso solo su calcio piazzato.

Veretout 5,5 – Da un suo fallo ai danni di Cancelo arriva il gol di Icardi. Cala nella ripresa dopo una buona prima frazione di gara. Dal 86′ Gil Dias s.v.

Badelj 6 – È come al solito prezioso in fase di interdizione e preciso in impostazione. Il vero metronomo della squadra viola. Sciupa però una grande occasione da gol nella ripresa.

Benassi 5,5 – Fatica a entrare in partita e commette qualche imprecisione di troppo in appoggi semplici. Gara piuttosto sottotono per l’ex Torino. Dal 69′ Babacar 6,5 – Sfiora un gol capolavoro a pochi minuti dal suo ingresso in campo e è una minaccia costante nell’area di rigore avversaria.

Chiesa 6,5 – È una minaccia continua per la retroguardia nerazzurra. Crea diverse occasioni pericolose e è sempre minaccioso nell’uno contro uno. Senza dubbio uno dei migliori dei suoi.

Simeone 6,5 – Svaria su tutto il fronte d’attacco lavorando bene di sponda per i propri compagni e è freddo nel trafiggere Handanovic

Thereau 5,5 – Mai pericoloso dalle parti di Handanovic e spesso avulso dalla manovra offensiva dei suoi. Pioli corre ai ripari sostituendolo. Dal 62′ Eysseric 6,5 – Si rende subito pericoloso sin dal suo ingresso in campo e nei minuti finali serve l’assist del pareggio a Simeone.

All. Pioli 6,5 – I suoi cambi decidono di fatto la partita. Babacar crea subito scompliglio, mentre Eysseric serve l’assist del pareggio a Simeone.

INTER

Handanovic 6,5 – Compie una gran parata su Biraghi e un autentico miracolo sulla rovesciata di Babacar. Deve cedere, però, sulla conclusione da distanza ravvicinata di Simeone.

Cancelo 6,5 – Senza dubbio il più continuo e pericoloso dei suoi. È una vera e propria spina nel fianco della retroguardia viola e si procura e calcia la punizione del vantaggio nerazzurro. Dal 82′ Candreva s.v.

Skriniar 6,5 – È come al solito insuperabile nell’uno contro uno e preciso in chiusura e nelle letture difensive.

Ranocchia 6 – Vistosamente limitato da un problema fisico, resiste per 75 minuti e compie una buona gara su un vivace Simeone. Dal 75′ Nagatomo s.v.

Santon 6 – Chiesa è un cliente scomodo, ma il terzino rinuncia ad attaccare e lo contiene con diligenza e applicazione.

Gagliardini 5,5 – Cresce nel secondo tempo dopo una prima frazione di gara da dimenticare. È comunque troppo impreciso e falloso.

Vecino 6 – Gara di grande sostanza per l’ex viola, sempre lucido in impostazione e prezioso nel recupero palla.

Joao Mario 5 – Lanciato dal primo minuto al posto di Candreva, gioca con sufficienza e perde numerosi palloni piuttosto banali. Indisponente. Dal 65′ Dalbert 5,5 – Entra nel momento di maggiore sofferenza dei suoi e va spesso in difficoltà sulla costante pressione degli attaccanti avversari.

Borja Valero 5,5 – Meno pericoloso del solito tra le linee avversarie e spesso impreciso nelle giocate. Cala fisicamente nel secondo tempo.

Perisic 5,5 – È un lontano parente del Perisic ammirato in avvio di stagione. Non crea mai superiorità in fase offensiva e si rende raramente pericoloso dalle parti di Sportiello.

Icardi 6,5 – È poco assistito dai compagni di reparto, ma come al solito letale quando gli si presenta l’occasione. Non poteva fare molto di più.

All. Spalletti 5,5 – La sua squadra si fa rimontare nel finale dopo essersi trovata quasi casualmente in vantaggio. Una delle peggiori Inter della stagione.

Arbitro: Valeri 6 – Gestione piuttosto tranquilla in una gara nel complesso corretta. Regolari entrambi i gol assegnati.

Fonte: Calciomercato.it