Home Pagelle - I voti degli esperti Spal-Inter 1-1, le pagelle: Icardi un fantasma, si salva Cancelo

Spal-Inter 1-1, le pagelle: Icardi un fantasma, si salva Cancelo

Spal-Inter 1-1 ©Getty Images

PAGELLE SPAL INTER / Continua la crisi dell’Inter, oggi non è andata oltre il pareggio contro la Spal nel match valido per la 22esima giornata di Serie A. Brutta prestazione dei nerazzurri, in vantaggio solo grazie all’autorete di Vicari e poi raggiunti nel finale da Paloschi. Ecco le pagelle.

Spal

Meret 6,5 – Una grande parata su Vecino e tanta sfortuna nel gol subito.

Cionek 6 – Combattivo e coraggioso nei contrasti dove rimedia anche un paio di botte alla testa.

Vicari 5 – La sua goffa autorete condanna (temporaneamente) i suoi a un immeritato svantaggio. Dall’86 Bonazzoli S.V.

Felipe 5,5 – Soffre un po’ le sovrapposizioni degli esterni nel primo tempo, nella ripresa con l’entrata di Eder gioca più centralmente ma i risultati non sono comunque sufficienti.

Lazzari 6,5 – Un pendolino sulla sua corsia, ogni volta che gli arriva il pallone prova, e spesso ci riesce, a saltare l’uomo e a creare superiorità.

Schiattarella 5 – Il più in difficoltà della mediana spallina, troppo irruento nei contrasti dove commette qualche fallo evitabile. Dal 75′ Paloschi 6,5 – Entra e regala un punto fondamentale in ottica salvezza.

Viviani 6 – Non particolarmente presente nella prima frazione di gioco, cresce nella ripresa e con lui il gioco dei ferraresi.

Grassi 6 – Dimostra ancora una volta grandi doti di inserimento e anche una buona copertura.

Mattiello 5,5 – Gli manca la giocata decisiva, arriva con buona gamba nella metà campo offensiva ma poi difficilmente fa la scelta giusta. Dall’83 Costa S.V.

Kurtic 5,5 – Altro giocatore che si sveglia dopo il gol subito e prova a trovare il pareggio con un paio di conclusioni non irresistibili.

Antenucci 6 – Tocca pochi palloni, soprattuto nel primo tempo, ma li gioca con buona intelligenza e tecnica.

All. Semplici 6,5 – Nulla da rimproverare alla sua Spal, che merita assolutamente il pareggio che arriva quasi fuori tempo massimo.

Inter

Handanovic 5,5 – Qualche presa bassa non impossibile e poco altro. Rischia su un’uscita un po’ avventurosa ma Paloschi lo grazia.

D’Ambrosio 6 – Spinge molto, sia con Candreva sia quando ha tutta la fascia, non è pericolosissimo ma sicuramente fa muovere la difesa avversaria.

Skriniar 6,5 – Diversi interventi decisivi per evitare l’entrata in area degli avversari.

Miranda 6 – Difende ordinatamente senza particolari apprensioni.

Cancelo 6 – Va a sprazzi, per diversi minuti è l’uomo in più sulla sua fascia e in altri frangenti sbaglia disimpegni e cross. Talento da sgrezzare per Spalletti.

Borja Valero 5 – Molto più impreciso del solito, in particolare nella prima frazione di gioco dove non sembra il centrocampista di classe cristallina che la Serie A conosce. Dal 90′ Rafinha S.V.

Vecino 6 – Mezzo voto in meno per il rigore in movimento sciupato a tu per tu con Meret, per il resto sempre l’uomo in più della mediana nerazzurra.

Candreva 6 – Tanta corsa e tanti appoggi per creare superiorità, poi esce sicuramente non per suoi demeriti. Dal 46′ Eder 6 – Stringe il campo toccando anche molti palloni.

Brozovic 6 – Non ispirato come con la Roma ma sicuramente positivo, soprattutto nello smistamento della palla sulla trequarti avversaria. Dall’87 Gagliardini S.V.

Perisic 5 – Si astrae completamente dalla gara in alcuni momenti per poi ricomparire ma senza incisività.

Icardi 4,5 – Non gioca praticamente un pallone nel primo tempo e nella ripresa la musica non cambia.

All. Spalletti 5,5 – Doccia fredda tremenda arrivata dalla testa di Paloschi che toglie la vittoria a un’Inter tutt’altro che bella.

Arbitro: Giacomelli 6 – Controlla una partita molto tranquilla e senza interventi del VAR.

Giorgio Trobbiani (Calciomercato.it)