Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Milan-Inter, Spalletti: ”Vogliamo determinare il nostro destino. Candreva trequartista? Può giocare li”

Milan-Inter, Spalletti: ”Vogliamo determinare il nostro destino. Candreva trequartista? Può giocare li”

Spalletti in conferenza stampa (Getty Images)

MILAN-INTER, SPALLETTI / MILANO – Conferenza di vigilia per Luciano Spalletti che ha parlato del derby in programma domani sera: “Partita della svolta? Le sensazioni sono bellissime. Si va a giocare la partita più bella del campionato. Vogliamo determinare il nostro destino ed essere consapevoli della nostra forza. Icardi? Prontissimo. Il derby dà sensazioni particolari a chi è forte. La cosa più difficile sarà andar a determinare le situazioni e giocare a viso aperto con le nostre qualità. Chi mi preoccupa del Milan? A me preoccupa che i miei non facciano cosa sanno fare, gli altri non mi preoccupano perché a me sorprendeva prima la loro posizione in classifica. Hanno tutti giocatori forti ma li affronteremo convinti di avere altrettante qualità. Dubbi? Un po’ di dubbi si hanno sempre a questo punto della stagione, soprattutto per quel che riguarda le questioni fisiche. Su Cancelo però non ho dubbi, partirà basso”.

Milan-Inter, Spalletti: ”Vogliamo determinare il nostro destino. Icardi? Prontissimo”

“I conti della società? E’ sbagliato condizionare il giudizio dei tifosi. Qui c’é molto più ordine di quel che si dice fuori. L’Inter è organizzata e per voler stare nelle regole si è creata dei problemi ed è stata criticata. Candreva trequartista? Ha giocato là l’ultima partita e lo avevo provato spesso in allenamento. Avendo Cancelo dietro che spinge lui si accentra, ma quasi tutte le squadre finiscono per fare densità dentro il campo. Noi lo abbiamo fatto anche poco questo discorso. Ci può giocare. Karamoh? Siamo tranquilli sul fatto che possa giocare qualsiasi partita. Gattuso? Anche il peggior nemico non riuscirebbe a cancellare quello che ha fatto. Ha fatto bene con le sue armi. Ha dato carica emotiva ai suoi calciatori. Non lo conosco professionalmente, ma lo conosco come persona. E’ trasparente. Conosco bene il suo secondo, Riccio, che ho allenato nell’Ancona ed è della sua stessa pasta. Gli faccio i complimenti. L’esperienza può fare la differenza domani? Sull’esperienza Gattuso ne ha più di me. Io ero scarsino, lui di queste partite ne ha giocate molte più di me. Come stanno Borja Valero e Miranda? Miranda è recuperato e può giocare tutta la partita. Borja ha una situazione infiammatoria da valutare. L’involuzione di Perisic? Credo che non sia mai un giocatore a determinare il momento. Ivan è un giocatore forte, che vorrei sempre con me e domani sera farà vedere che ha rimesso a posto tutto” ha concluso.

S.M. – www.interlive.it