Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Psv-Inter, Spalletti lancia un monito alla squadra: “Domani niente calcoli”

Psv-Inter, Spalletti lancia un monito alla squadra: “Domani niente calcoli”

Luciano Spalletti (Getty Images)

PSV INTER SPALLETTI / Domani sera alle 21, al ‘Philips Stadion’ di Eindhoven, l’Inter affronterà il PSV per la seconda giornata di andata del girone B della Champions League. Alla vigilia del match mister Spalletti ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport’, partendo proprio dall’analisi della squadra olandese allenata dall’ex MIlan Mark van Bommel: “Quando si va ad analizzare un’altra squadra, soprattutto se l’allenatore ha fatto bene, si vede se rispecchia le qualità dell’allenatore da calciatore. Qui si vede tutta la sua caparbietà di quando era in mezzo al campo, è una squadra che lotta forte e quindi dobbiamo essere bravi a saper sfruttare i piccoli spazi dove la palla va fatta girare in velocità e devi trovare le soluzioni sfiorandola”.

TURNOVER – “Da un punto di vista fisico è un vantaggio perché sappiamo quante energie mentali portano via queste partite. Se queste energie sono intossicate anche dalla fatica muscolare diventano un doppio carico. Noi abbiamo tratto dei vantaggi muscolari perché abbiamo fatto ruotare un po’ di giocatori ma anche perché gli altri hanno fatto bene. Per noi è sempre un esame, devi sempre interrogarti se meriti di indossare questa maglia”.

RISULTATO – “Noi dobbiamo fare una partita attenta e dobbiamo provare a mettere in campo le nostre qualità. Se ci riusciremo sia a livello individuale che collettivo, qualsiasi risultato è aperto. Chiaro che se vai a fare troppi calcoli rischi di limitare la potenzialità della squadra e favorire gli avversari”.

CRESCITA – “Siamo un po’ in crescita e di questo ne sono contento, chiaro che poi se si va a paragonare a quello che sarà la difficoltà di questa competizione anche di questa partita dobbiamo sempre considerare che gli avversari partono davanti perché noi siamo in quarta fascia, quindi dovremo usare i miglioramenti fatti sia a livello di squadra che individuale”.