Home News dal campo Serie A, Inter-Frosinone 3-0: ritorno alla vittoria con Keita e Lautaro

Serie A, Inter-Frosinone 3-0: ritorno alla vittoria con Keita e Lautaro

Cronaca, pagelle e tabellino di Inter-Frosinone

Inter Frosinone Keita Lautaro Martinez
L’Inter batte il Frosinone al ‘Meazza’ (Getty Images)

Cronaca, pagelle e tabellino di Inter-Frosinone anticipo della tredicesima giornata del campionato di serie A.

L’Inter fa un sol boccone del Frosinone nell’anticipo serale della tredicesima di serie A tornando almeno momentaneamente al secondo posto insieme al Napoli. Con questo successo i nerazzurri si mettono alle spalle la disfatta di Bergamo approciandosi nel migliore dei modi alla decisiva sfida di Champions col Tottenham, che nel pomeriggio ha sconfitto il Chelsea di Sarri per 3-1. La sblocca subito Keita: finta e dribbling del senegalese che poi con un sinistro forte e preciso supera Sportiello. Primo gol in maglia nerazzurra per l’attaccante arrivato dal Monaco. E’ buona Inter solo a tratti, meglio di rimessa, contro un Frosinone aggressivo che tutto sommato fa la sua onesta partita anche se senza creare pericoli. A inizio secondo tempo i ciociari prendono un po’ di coraggio e con Ciofani sfiorano il pareggio. Il colpo di testa del centravanti viene neutralizzato alla grande da Handanovic. Poi l’Inter chiude i giochi: cross di Keita dalla sinistra, Lautaro va di testa e la piazza all’angolino. Secondo timbro stagionale dell’argentino e vittoria in cassaforte. La ciliegina la mette Keita a poco meno di dieci minuti dalla conclusione: stop, conclusione a giro e tre a zero finale. Per le altre news sull’Inter CLICCA QUI.

Pagelle e tabellino di Inter-Frosinone

Ecco promossi e bocciati della sfida del ‘Meazza’ tra i nerazzurri.

TOP

Keita – Prestazione di grande livello, due gol e un assist. Finalmente. Adesso ne attendiamo altre in partite più impegnative.

Politano – Il più in forma dell’Inter. Le azioni offensive partono spesso e volentieri dai suoi piedi. Adesso Candreva non ha speranze di rubargli il posto.

Lautaro – Prova generosa, ma poco concreta almeno fino al gol – davvero bello – che gli consente l’ingresso nei top.

Handanovic – La parata su Ciofani, nell’unica vera occasione per il Frosinone, vale quanto un gol.

FLOP

Borja Valero – Si limita a fare il compitino al piccolo trotto e la manovra un po’ ne risente. Perde un pallone velenoso che per fortuna dei nerazzurri Chibsah non lo trasforma in gol.

Inter-Frosinone 2-0
9′ e 82′ Keita, 56′ Lautaro

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Gagliardini, Borja Valero; Politano (82′ Candreva), Nainggolan (70′ Joao Mario), Keita Baldé; Lautaro (76′ Icardi). All.: Spalletti

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano; Zampano, Chibsah, Crisetig, Cassata (55′ Gori), Beghetto (71′ Ghiglione); Pinamonti (76′ Campbell), Ciofani. All.: Longo

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

NOTE – Ammoniti: Crisetig, Asamoah, Beghetto, Cassata