Inter-Lazio, Spalletti nervoso: “Perisic? Avete scritto che…”

0
10

Coppa Italia, Inter-Lazio: parla Spalletti

Inter-Lazio conferenza Spalletti
Luciano Spalletti (Getty Images)

Le dichiarazioni di Luciano Spalletti nella conferenza stampa di vigilia del match Inter-Lazio valevole per i quarti di Coppa Italia.

“Per vincere partite come quelle di domani basta metterci tutto quello che abbiamo, nelle ultime non ci siamo riusciti perché ci sono delle beghe che ci limitano, ma dobbiamo mettercela tutta”, ha esordito in conferenza stampa il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti alla vigilia della gara contro la Lazio valida per i quarti di Coppa Italia.

LAZIO – “Sarà una partita importante e difficile, ma conosciamo la soluzione: essere l’Inter. Se giocheremo da Inter avremo buone possibilità di passare il turno”.

SOARES – “Difficile che possa giocare già domani dal primo minuto. Ma ha dimostrato di poter giocare in difesa sia a quattro che a tre e mezzo. E’ difficile da saltare e ha dei buonissimi piedi, in questa settimana avremo un’altra partita ravvicinata quindi qualcuno dovrà rifiatare”.

KEITA – “E’ in via di guarigione, ma è difficile un recupero per la gara col Bologna”.

SQUALIFICA POLITANO – “Mi dispiace perché Matteo è un bravo ragazzo, nello spogliatoio era molto dispiaciuto. Purtroppo la parolina gli è partita, le regole sono queste anche se il fallo l’aveva ricevuto. Vogliamo mantenere un profilo corretto e per questo anche stavolta accetteremo la squalifica. Non si farà ricorso”.

TIFOSI – “Il pubblico potrà darci quella spinta in più, aiutarci a fare quel metro in più che fa la differenza”.

Calciomercato Inter, Spalletti: “Solo Perisic ha chiesto di andare via. L’altra sera Zhang è stato chiaro”

Spalletti piuttosto nervoso in conferenza stampa, ecco come ha risposto alla domanda su Perisic e a quella sulle voci che danno anche altri giocatori desiderosi di andare via: “Solo lui ha chiesto di andare via. Su alcuni calciatori si è un po’ esagerato. Ho letto che lo avrebbe fatto anche Vecino, ma non è affatto vero. Idem Miranda, che non mi ha chiesto di lasciarlo andare anche se ha avuto richieste. E’ chiaro che sono calciatori che sono stati importanti dentro la passata stagione e quest’anno hanno giocato un po’ di meno, per cui possono essere meno contenti. Ivan ha avuto la personalità di fare questa richiesta, probabilmente è stato tratto un po’ in inganno. Già oggi, comunque, era molto diverso da ieri. Se domani giocherà? E’ convocato, poi se andrà in campo dall’inizio lo vedrete dalle formazioni ufficiali, che domani darò in ritardo anche a Fabio Pinna. Si sono fatte tante chiacchiere, avete scritto (rivolto ai giornalisti presenti, ndr) cinquanta giocatori che arrivano e che sapete che non arriveranno. Perché lo avete fatto? Siamo riusciti a far diventare la partita di calcio qualcosa che fa contorno. Era importante il calciomercato. Eppure si sapeva dall’altra volta che vi ho parlato che non si prendeva nessuno. Però più polvere si alza e meno ci si vede. Zhang l’altra sera a cena ha detto che non va via e non si prende nessuno. E’ stata fatta in amicizia per stare insieme e ribadire questo. Poi si è mangiato bene…”.