Home Pagelle - I voti degli esperti Serie A, Cagliari-Inter 2-1: venerdì nero per i nerazzurri. Perisic torna a...

Serie A, Cagliari-Inter 2-1: venerdì nero per i nerazzurri. Perisic torna a deludere

Cagliari-Inter: cronaca, tabellino, top e flop

Cagliari Inter pagelle tabellino
Cagliari-Inter 2-1 @Getty Images

Serie A, si è conclusa la sfida tra Cagliari e Inter valevole per la 26esima giornata. Ecco cronaca, tabellino e pagelle.

Caduta rovinosa in chiave Champions dell’Inter alla ‘Sardegna Arena’ nell’anticipo della 26esima giornata di Serie A. Domani i nerazzurri, al primo ko nel dopo Icardi non più capitano, rischiano di essere sorpassati dal Milan al terzo posto e raggiunti dalla Roma, impegnata nel derby, al quarto. Primo tempo davvero mediocre di un’Inter incapace di creare gioco ma anche di difendere. Lascia molti spazi, specie sulle fasce, a un Cagliari bello e travolgente che passa in vantaggio alla mezz’ora: sulla punizione, un po’ dubbia per fallo di Skriniar su Cigarini (‘graziato’ da Banti a inizio gara) e battuta dallo stesso regista, Perisic anticipa tutti piazzandola nella propria porta. Il pareggio dell’Inter non è proprio nell’aria, eppure arriva, dopo che Faragò si è divorato il raddoppio, a meno di dieci dal termine con una giocata da grande attaccante di Lautaro. Dal fondo destro Nainggolan serve un pallone teso sul primo palo che l’argentino sfrutta alla perfezione facendo passare di testa il pallone sotto le gambe di Cragno. L’uno a uno dura cinque minuti appena: la squadra passeggia permettendo ai sardi di combinare una bella azione e a Srna di scodellare al centro per Pavoletti che con un tiro al volo batte Handanovic. Nel secondo tempo la prestazione complessiva dell’Inter non migliora granché, il Cagliari tiene un buon ritmo soffrendo poco la leggera avanzata di nerazzurri, che hanno comunque tre occasioni per il pareggio: Politano e soprattutto Borja Valero le sprecano, l’ultima è per Lautaro che da posizione ravvicinata ma angolata calcia bene ma Cragno e poi il palo gli dicono di no. Nel finale Spalletti passa a tre riprovando la carta Ranocchia centravanti, ma è tutto vano. Al primo dei sei minuti di recupero Skriniar atterra Despodov e Banti dà rigore che però Barella calcia alto. L’errore non pesa sul risultato, il Cagliari si prende i tre punti e l’Inter, dopo cinque risultati utili consecutivi, la nona sconfitta stagionale. CLICCA QUI per le altre news sull’Inter.

Pagelle e tabellino di Cagliari-Inter

TOP

Lautaro – Partita difficile per lui, ma alla prima occasione la mette dentro. Un gol che solo quelli bravi sanno fare… Allo scadere Cragno e il palo gli negano il bis. Se cresce sul piano fisico può diventare davvero un calciatore importante.

Nainggolan – Prestazione di spessore, suo il perfetto assist che Lautaro trasforma in gol. E’ ormai quasi al top sul piano fisico, una ottima notizia per Spalletti.

FLOP

Perisic – Già è tornato il vecchio ma recentissimo Perisic. Sfortunato nell’autogol che sblocca la gara in favore dei sardi, non dà una mano ad Asamoah in fase difensiva e combina zero a livello offensivo. Insomma una delle tante brutte partite di quest’anno.

Brozovic – Pressato bene dai padroni di casa, specie da Barella, sbaglia anche i passaggi più semplici. Corre spesso a vuoto mancando di leadership.

Vecino – Messo in difficoltà dai grandi ritmi del Cagliari, non riesce a trovare posizioni e giocate giuste facendo arrabbiare molto Spalletti.

Asamoah – Il Cagliari affonda sempre o quasi sulla sua fascia di competenza. Non supportato da Perisic, ma lui è la controfigura di sé stesso. E purtroppo da un po’ di tempo…

Cagliari-Inter 2-1
30′ aut.Perisic, 37′ Lautaro, 42′ Pavoletti

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Ionita (85′ Padoin), Cigarini (69′ Bradaric), Faragò; Barella; Joao Pedro (80′ Despodov), Pavoletti. All.Maran

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah (82′ Candreva); Vecino (67′ Borja Valero), Brozovic (87′ Ranocchia); Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro. All.Spalletti

ARBITRO: Banti di Livorno

NOTE – Ammoniti: Cigarini, Joao Pedro, Skriniar, Vecino, Brozovic, Faragò, Pavoletti, Cragno. Rigore sbagliato da Barella al 92′