Home Pagelle - I voti degli esperti Sampdoria-Inter 1-3, Conte si riprende la vetta. Gol e follia di Sanchez

Sampdoria-Inter 1-3, Conte si riprende la vetta. Gol e follia di Sanchez

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:55

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop della sfida Sampdoria-Inter valida per la sesta giornata del campionato di Serie A

sampdoria inter pagelle tabellino
Sampdoria-Inter 1-3 (Getty Images)

L’Inter sbanca il ‘Ferraris’ conquistando la sesta vittoria consecutiva e di nuovo il comando della classifica. Primo tempo senza storia che sblocca Sensi con un tiro con deviazione decisiva di Sanchez: palla addosso al cileno, sul palo e infine in rete. Entrambi sono protagonisti anche del raddoppio: tiro sporco del centrocampista e pallone che arriva in zona dell’attaccante, tenuto in linea da Colley, che a tu per tu con Audero non sbaglia. A dieci dal termine arriva pure il tris a firma di Candreva, ma l’arbitro annulla per fuorigioco dello stesso esterno. Poco dopo è Lautaro, imbeccato alla grande da Bastoni, che da pochi passi si divora un altro gol dopo quello a inizio match calciando malamente a lato. CLICCA QUI per le altre news sull’Inter. A inizio ripresa l’argentino fallisce ancora da pochi passi complice anche la grande respinta di Audero, sulla stessa azione piomba Sanchez che cerca il contatto con Chabot lasciandosi cadere a terra. Per Calvarese è simulazione e quindi secondo giallo per l’ex United. L’espulsione rivitalizza la Sampdoria, che mette alle corde Skriniar e compagni riaprendo l’incontro col mancino dritto all’angolino basso di Jankto. Le difficoltà dell’Inter durano comunque poco, cinque più tardi arriva infatti il terzo centro con Gagliardini imbeccato divinamente da Brozovic. Audero ributta male la prima deviazione del numero 5 interista, che sulla respinta è lesto a concludere in porta per l’1-3 finale. Ora Barcellona e il derby d’Italia con la Juventus che tornerà finalmente ad avere il sapore di scudetto.

Pagelle e tabellino di Sampdoria-Inter

TOP

Brozovic – La Samp non lo prende mai e lui fa quello che vuole dirigendo con intelligenza e qualità la manovra. L’assist per il 3-1 di Gagliardini è da fuoriclasse.

Sensi – Lo trovi ovunque e fa sempre la cosa giusta con tempi e modi da grande giocatore. Non ci sono dubbi, ad oggi è l’acquisto più importante della scorsa sessione estiva.

Candreva – Torna titolare dopo due partite e non delude, anzi… E’ il perfetto soldato di Conte. Sempre partecipe alle azioni offensive, preziosissimo anche in fase difensiva. Peccato per il gol annullato per questione di centrimetri

Bastoni – Era il suo esordio in maglia Inter ma nessuno se n’è accorto per la naturalezza con cui ha interpretato la gara. Ingenua l’ammonizione presa a inizio gara, dimostra poi di avere i piedi buonissimi nella giocata in verticale a lanciare Lautaro verso la porta avversaria.

FLOP

Sanchez – Gioca un ottimo primo tempo risultando decisivo con la sua deviazione nel primo gol e segnando da centravanti puro il gol del raddoppio, il suo primo in maglia nerazzurra. Con la simulazione a inizio ripresa, però, macchia enormemente la sua prova dato che inguaia i suoi compagni riaprendo una partita praticamente chiusa. Rosso pesante, perché salterà lo scontro diretto con la Juventus.

Sampdoria-Inter 1-3
19′ Sensi e 21′ Sanchez, 55′ Jankto, 60′ Gagliardini

SAMPDORIA (3-4-2-1): Audero; Bereszynski, Colley, Chabot; Depaoli (56′ Bonazzoli), Ekdal (68′ Vieira), Linetty (72′ Caprari), Murru; Jankto, Rigoni; Quagliarella. All.: Di Francesco.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva (56′ D’Ambrosio), Gagliardini, Brozovic, Sensi (64′ Barella), Asamoah; L.Martinez (55′ Lukaku), Sanchez. All.: Conte.

ARBITRO: Calvarese di Teramo

NOTE – Ammoniti: Bastoni, Rigoni, Bereszynski, Sanchez, Skriniar. Espulsi: Sanchez per simulazione