Boninsegna: “Il derby d’Italia finisce 1-1 e segnerà Sensi”

0
85

Inter-Juve, l’ex attaccante di entrambe le squadre ma cuore nerazzurro Roberto Boninsegna ha voluto dare un parere sulle sue ex squadre e ha fatto il pronostico per la sfida di domenica

Roberto Boninsegna (Getty Images)

INTER-JUVE BONINSEGNA INTERVISTA/ L’ex attaccante dell’Inter e per tre anni della Juventus Roberto Boninsegna, è stato intervistato da ‘TuttoJuve’ in vista del derby d’Italia. Queste le sue prime dichiarazioni: “I nerazzurri quest’anno sembrano aver cambiato decisamente passo, ricordo che lo scorso anno già nel girone di andata erano indietro di venti punti. La lotta per il campionato, non vorrei sbagliarmi, sarà solo tra queste due squadre. Le altre non sono all’altezza. A mio avviso sarà un match sentito e atteso, pieno di tatticismi e con giocatori importanti da ambo le parti. La Juve gioca in trasferta solo per modo di dire, a Milano tante persone la tifano e quindi è come se giocasse in casa”. Gli hanno chiesto, se conferma che il Napoli secondo lui non sarà nella sfida per lo scudetto e se si vede di più la mano di Conte all’Inter, o di Sarri alla Juve. Queste le sue opinioni: “E’ ancora presto per dare dei giudizi definitivi, siamo solo alla settima gara e non è facile indovinare il futuro. Sono due squadre ben messe in campo, sono partite bene e in Champions hanno fatto un’ottima figura seppur avendo ottenuto risultati diversi. A Barcellona, l’Inter ha trovato un arbitro non all’altezza e non è stato assegnato un calcio di rigore. Nel primo tempo, fosse finita con due o tre gol di vantaggio non c’era nulla da dire. La Juve, invece, si sta ritrovando e si sente l’assenza di Chiellini. Il giovane olandese de Ligt sta migliorando di partita in partita, ma non è ancora fondamentale come lui. E Ronaldo può sempre far male”. Gli fanno notare, che la formazione nerazzurra non ha la stessa rosa della Juve in panchina e lui ha detto: “Diciamo questo: se l‘Inter dovesse avere problemi in attacco, l’unico vero terminale offensivo è Lukaku e un suo sostituto con le stesse caratteristiche non è presente. In difesa e a centrocampo non c’è nessun problema, perché ci sono molti giocatori importanti”. Infine, gli hanno domandato un pronostico sulla sfida di domani sera e lui ha sentenziato: “Finirà 1-1, è questo quel che penso. I gol arriveranno dai soliti noti nonché grandi campioni: dall‘Inter mi aspetto un gol di Sensi e dalla Juve potrebbe arrivare da Ronaldo o Higuain”.